Magazine Cultura

Lo scrittore siriano Mohamad Dibo in Italia per presentare il suo romanzo “E se fossi morto?”

Creato il 27 ottobre 2015 da Chiarac @claire_com_

Lo scrittore siriano Mohamad Dibo sarà in Italia per un serie di incontri per presentare la traduzione italiana del suo ultimo romanzo E se fossi morto?, di prossima uscita nelle nostre librerie.

Il romanzo è pubblicato dalla casa editrice Il Sirente nella collana altriarabi ed è tradotto da Federica Pistono, già traduttrice di altri due importanti romanzi siriani contemporanei, pubblicati di recente: La conchiglia di Mustafa Khalifa (Castelvecchi) e Il silenzio e il tumulto di Nihad Sirees (il Sirente).

Mohamad Dibo, come ci segnala il sito dell’editore, è giornalista, poeta e scrittore. Nato nel 1977, si è laureato nel 2005 in Economia all’Università di Damasco. Ha partecipato fin da subito alle proteste della rivoluzione siriana contro Bashar al-Assad e per questo è finito in carcere, dove è stato torturato. Oggi vivere a Beirut, in esilio (stessa sorte toccata a Khalifa e Sirees, tra l’altro) ed è editor in chief di Syria Untold, un progetto online che si occupa di attivismo civile.

La copertina originale (quella italiana ancora non è disponibile)La copertina originale (quella italiana ancora non è disponibile)

E se fossi morto? è il suo ultimo libro:

Un mattino l’autore-protagonista viene svegliato da una strana telefonata, un’amica gli comunica che un giovane dal nome Mohammed Dibo è stato ucciso nella città di Duma, lo strano caso di omonimia lo costringe ad indagare e a ripercorrere i dolorosi anni siriani dal 2011 a oggi, costruendo un’opera di stretta attualità.

Mohamad Dibo, in un libro che è a metà strada tra il romanzo e un trattato politico ci offre una visione “dall’interno” della situazione siriana, il punto di vista di un testimone attore, in grado di avvicinare il lettore al modo di sentire del rivoluzionario e alle contraddizioni insite nella rivoluzione stessa.

Il romanzo verrà presentato in anteprima nazionale a Cagliari il 13 novembre, nell’ambito del Festival internazionale del fumetto NUES, dedicato al fumetto del Mediterraneo, che quest’anno ha come tema il conflitto. L’appuntamento è alle 10 presso la Mediateca del Mediterraneo in via Mameli 164. Interverranno anche Donatella della Ratta, ricercatrice ed esperta di media arabi (e siriani in particolare) e Chiarastella Campanelli.

Nella stessa giornata verrà poi presentato il bel fumetto Se ti chiami Mohamed (pubblicato sempre da il Sirente, ve ne parlerò a breve perchè è un’opera interessante e importante), alla presenza dell’autore Jérôme Ruillier, e ci sarà un collegamento con il collettivo di artisti della rivista a fumetti egiziana Tok Tok.

Il 14 novembre alle 18,30 Dibo presenterà il romanzo a Roma, alla Libreria Griot, e il 15 novembre sarà invece a Monterotondo (Roma), ospite della manifestazione letteraria Librinfestival.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Sua Maestà Italia

    Maestà Italia

    Dopo il padiglione del Nepal, l’unico abbandonato per necessità, rimasto a simbolo di un momento interrotto; accanto al padiglione della Corea, coinvolgente... Leggere il seguito

    Da  Dallomoantonella
    CULTURA, FOTOGRAFIA
  • Lo spo

    Il pianeta, rivoluzionato dalla partecipazione degli abitanti all'attività culturale e artistica, sociale e politica, riprese la propria vitalità naturale. La... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • Marco Lo Russo aka Rouge torna in Italia, continua l’estate “live” e presenta...

    Marco Russo Rouge torna Italia, continua l’estate “live” presenta nuovi progetti.

    (@LoRussoFisa) Continua l’estate “live” e presenta nuovi progetti.  Senza sosta l’estate “Live” per Marco Lo Russo aka Rouge. Appena rientrato dal Baltic Tour 2. Leggere il seguito

    Da  Giovanni Pirri
    CULTURA, MUSICA
  • Romanticismi - Italia e Germania

    Romanticismi Italia Germania

    Friedrich Overbeck, Italia e Germania, 1828Continua l'esplorazione attraverso il Romanticismo. Oggi vi voglio parlare di un artista, Friedrich Overbeck,... Leggere il seguito

    Da  Artesplorando
    ARTE, CULTURA
  • Recensione: "Lo"

    Recensione: "Lo"

    Quasi al confine del teatro, sperimentale, spiazzante, dissacrante ed ironico.Un ragazzo innamorato invoca un Demone, il demone che deve riportargli indietro... Leggere il seguito

    Da  Giuseppe Armellini
    CINEMA, CULTURA
  • Lo scherno

    scherno

    Libero nacque in un carcere, terminato l'allattamento naturale, dalle braccia materne passò a quelle all'orfanotrofio. Ragazzo soldato guerreggiò per tutto il... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA