Magazine Media e Comunicazione

Lo streaming in proprio è la nuova scommessa degli studios

Creato il 14 agosto 2017 da Digitalsat
Lo streaming in proprio è la nuova scommessa degli studios

Lo streaming in proprio è la nuova scommessa degli studiosDopo Disney negli Stati Uniti, anche 21 st Century Fox sembra orientato a lanciare il proprio sito di streaming a pagamento. Una nuova tendenza che nasce proprio dal successo conseguito da Netflix: in pochi anni da distributore di film via internet il colosso Usa, che conta ormai circa 100 milioni di abbonati, e' riuscito a diventare anche un produttore di contenuti originali. E ormai questo mercato sembra far gola anche ai produttori come Disney o 21st Century Fox che sembrano intenzionati a lanciarsi da soli. Ieri, il figlio del magnate dei media Rupert Murdoch e proprietario di 21st Century Fox, James Murdoch, ha spiegato parlando con gli analisti che il gruppo "e' molto aperto all'idea di proporre un'offerta indipendente a pagamento e direttamente ai consumatori". L'annuncio di Disney e quello di Murdoch, rileva Le Monde in un articolo dedicato al tema, "potrebbe prefigurare un cambiamento in profondita' del settore audiovisivo e del cinema oltre oceano". Lo streaming, infatti, scrive il quotidiano transalpino, "sembra ormai considerato come l'alpha e l'omega della crescita dei grandi media statunitensi. Gia' numerosi canali televisivi come Hbo e Cbs si sono lanciati nell'avventura".

Espn (Disney), rileva ancora il quotidiano francese, "ha appena annunciato la sua intenzione di lanciare il suo servizio di streaming dall'anno prossimo ma niente indica che i consumatori moltiplicheranno all'infinto i loro abbonamenti". Anzi, scrive 'Le Monde', "rinunciano gia' massicciamente alla tv via cavo: tra aprile e giugno 2017 oltre 940 mila americani hanno gia' rinunciato al loro abbonamento". Questa decisione e' spiegata dal fatto che molti utenti "giudicano queste offerte troppo onerose o, il che costituisce un punto a favore dello streaming, perché vogliono maggiore liberta' per guardare i loro programmi quando piace a loro senza essere legati ad una fascia oraria". Secondo molto analisti, comunque, scrive ancora il quotidiano francese, "Disney parte troppo tardi sul terreno di Netflix e delle altre piattaforme di streaming come Amazon Video o Hulu". Anche perché Netflix ha dimostrato di essere capace di evolversi rapidamente: per non essere alla mercé degli studios si e' messa infatti a produrre contenuti di qualita' come il successo della serie televisiva 'House of Cards' ha dimostrato. Il gruppo si e' fissato come obiettivo una produzione interna di contenuti intorno ai 30-40% nel 2019 contro il 25% di oggi. e' chiaramente in questa prospettiva che Netflix ha acquistato il produttore di fumetti Millarworld nei giorni scorsi.

Ultimi Video

  • NOW TV ha realizzato una campagna composta da un video e da alcune card iconografiche con l'obiettivo di celebrare alcune icone del cinema, e non solo, in tutte le loro sfaccettature. Il claim d...

  • Sulla piattaforma di streaming di Sky, NOW TV, i film, le serie tv, le produzioni originali Sky, compresi gli show, sono disponibili anche in alta definizione. Si potrà così vivere al me...

    venerdì, 24 febbraio 2017

  • 3 gennaio 1954. E` domenica. Dopo cinque anni di sperimentazione da Torino e due da Milano, la televisione italiana, organizzata dalla RAI, è pronta a partire ufficialmente, giungendo fino...

    Televisione

Palinsesti TV


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :