Magazine Sport

Locos por los fichajes: Palmeiras scatenato, Barco verso l’MLS e non solo. I primi movimenti del calciomercato sudamericano

Creato il 27 dicembre 2017 da Agentianonimi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perù, Uruguay e Venezuela: 10 paesi per un continente e un’idea di calcio che ci affascina, ma anche 10 paesi che vedranno scattare la classica sessione di mercato dai mille cambiamenti e iniziano ad essere tempestati dalle voci riguardo ai possibili o certi trasferimenti. Il calciomercato sudamericano è ripartito, e dunque rieccoci con Locos por los fichajes, la rubrica che segue le curiosità e i movimenti del continente que mueve la pelota come nessun altro: eccoci con le trattative più interessanti di questa settimana nei vari paesi del continente sudamericano!

ARGENTINA: BOCA, LANUS E RIVER STUDIANO LA RIVOLUZIONE, BARCO VERSO L’MLS- River Plate e Boca Juniors, come sempre, saranno le grandi protagoniste del mercato sudamericano ed effettueranno una doppia rivoluzione con finalità diverse: da un lato gli xeneizes, che devono rinforzare la rosa per fare bella figura nella Libertadores e sostituire l’infortunato Benedetto (out fino a giugno), dall’altro i Millonarios, che hanno necessità di cambiare per risalire la classifica della Primera Division (17° posto, 15 punti in 12 gare). Situazioni diverse sul campo (il Boca è primo) e simili sul mercato: il Boca Juniors ha chiuso l’acquisto di Buffarini come nuovo terzino destro (dal San Paolo, ha fatto le visite mediche: saluta Peruzzi?), vedrà sbarcare nella sua rosa Wanchope Abila (4 gol in 9 gare) dopo i sei mesi all’Huracan e ha sempre vivo il sogno legato a Carlitos Tevez: la punta non vuole tornare in Cina e spinge affinchè il Boca Jrs paghi la clausola (6mln di dollari) o si arrivi alla rescissione. Tevez aiuterebbe a dimenticare l’infortunio di Benedetto, ma la conformazione tattica degli azul y oro lascia spazio ad altri innesti offensivi e all’idea Gustavo Bou (Tijuana). Il Boca non vuole rinforzare solo l’attacco, e punta Mas (Trabzonspor, ex San Lorenzo) per la fascia sinistra e uno tra Gustavo Gomez (solo in prestito) e Lisandro Lopez (Benfica) per avere un’alternativa in più nella zona centrale della difesa: fine delle trasmissioni. Mille trattative aperte per gli xeneizes, mille per un River Plate che vuole spendere e spandere coi soldi ricavati (e non investiti per questioni di tempo) dalla cessione di Alario (24mln): in attacco i Millonarios puntano uno tra Lucas Pratto (il San Paolo chiede 10mln) e Silvio Romero (America), ma Gallardo vorrebbe anche un nuovo portiere titolare (Franco Armani favorito, ha una clausola rescissoria da 4mln e tifa River), un volante e un trequartista. Per questi due giocatori si guarda in Messico, con Damian Musto (Tijuana, ex Rosario Central) e Lucas Zelarrayan (Tigres, ex Belgrano) nel mirino: Zelarrayan in particolare è la grande richiesta del Muñeco, che sembra voler virare sul 4-2-3-1, ma deve fare attenzione alle sirene estere per i suoi gioiellini. Il Pity Martinez è seguito dallo Sporting Lisbona (che ha ”rubato” Vietto al River) e vacilla di fronte a una prospettiva europea, mentre non partirà Martinez Quarta, che è stato blindato con un rinnovo fino al 2022 e clausola rescissoria da 25mln: sarà un pilastro del ”nuovo” River, non lo sarà invece Batalla che vola in prestito all’Atlético Tucumán.

Per il resto, registriamo come di consueto vari spifferi e movimenti possibili o già fatti: già avviato (e vicino alle firme) il trasferimento di Ezequiel Barco all’Atlanta United (la cifra potrebbe alzarsi rispetto ai 12mln iniziali), con l’Independiente che valuta Belluschi (San Lorenzo) e Mancuello (Flamengo) come possibili acquisti e intanto trema per la possibile cessione di Martin Benitez (piace al Tigres) e di capitan Tagliafico (Ajax fortissimo, offre 4mln). I soldi messicani e statunitensi portano via molti giocatori al calcio sudamericano, e così può capitare che Walter Montoya (”giubilato” dal Siviglia) rifiuti Boca e River per approdare al Cruz Azul in prestito con obbligo di riscatto, oppure che Romero Gamarra dell’Huracan sia alle firme coi New York Red Bulls, Franco Escobar (Newell’s) si unisca all’Atlanta United (che ormai potrebbe chiamarsi tranquillamente Atlanta Unidos) e Jeisson Vargas (ex Estudiantes) voli al Montreal Impact: c’è anche chi rientra, come quel Malcorra che potrebbe lasciare il Tijuana e raggiungere Coudet al Racing Avellaneda, Bernardello che firma col Newell’s (dal Montreal), oppure Brandan che molla il City Group e il Melbourne City per il Temperley, ma ci sono anche i giovani talenti che spiccano il volo.

Oltre a Barco, saluteranno la Primera Division Lautaro Martinez (firma con l’Atletico per 12mln e parte a giugno) e Maximiliano Romero, il classe ’99 che si è unito al PSV Eindhoven per 10.5mln e (forse) con la sua cessione darà una speranza di rinascita al Fortin: il nuovo Velez di Gabriel Heinze ha sì ceduto Desabato al Vasco da Gama e la sua giovane stellina, ma si è rinforzato con Bouzat (50% del cartellino dal Boca) e Torsiglieri, e sta cullando il sogno di riportare in Argentina Mauro Zarate dall’esilio negli Emirati. Rivoluzioni ovunque, e anche il Lanus del post-Almiron non resta immobile: tanti saluti a Velazquez e Aguirre (fine contratto), ma anche a quel Roman Martinez che è stato messo brutalmente alla porta, e dovrebbe salutare anche Ivan Marcone, diviso tra il mezzo sogno europeo e la reunion colombiana (Atletico Nacional) con El Negro. Sogno europeo da cullare anche per Paulo Diaz (il cileno piace all’Inter), e infine chiudiamo con le piccole: il Chacarita Jrs ha acquistato Mauro Matos (reduce da mesi di embargo al San Lorenzo) e ceduto Campestrini (Dorados de Sinaloa) e Melivillo (Deportivo Cuenca), il Defensa y Justicia si è separato dal suo veterano Hernan Fredes. Non è un mercato per i cuori teneri, anche se il possibile ritorno di Nestor Ortigoza (che ha salutato l’Olimpia) al San Lorenzo potrebbe scaldarli eccome, quei cuori.

BRASILE: PALMEIRAS SCATENATO, IL FLAMENGO RISPONDE A TONO. GREMIO IN ATTESA- Il Gremio siede sulla riva del fiume e aspetta di vedere cosa fanno le pretendenti per Luan (che ha molti estimatori in Europa) e Arthur (Barça scatenato su di lui) prima di muoversi e rischiare di rovinare il giocattolo (che perde Barrios, svincolato), ma le altre big brasiliane sono scatenate, a partire dal Palmeiras. Il Verdão stavolta vuole vincere davvero la Copa Libertadores, e ha piazzato due colpi da novanta strappando Lucas Lima (a parametro zero) al Santos e Weverton (1.5mln) all’Atletico Paranaense: porta e trequarti sistemate (ma anche la difesa: sono arrivati i terzini Emerson Santos dal Botafogo e Diogo Barbosa dal Cruzeiro, necessari dopo il ritiro di Zè Roberto), e ora potrebbe arrivare un innesto sulla fascia con quel Gustavo Scarpa (Fluminense) che piace moltissimo alla dirigenza della Palestra Italia. Risponde a tono il Flamengo, che venderà Alex Muralha (Giappone?) per puntare tutto su Cesar e Diego Alves, ed è attivo in entrata: l’amnistia per Guerrero sembra aver fatto cambiare idea sull’innesto in attacco (si era offerto Fernando Torres, che mendica ingaggi tra Messico, Cina e Sudamerica), mentre è notizia di oggi il doppio accordo per Zeca (Santos, ha rotto col club portandolo in tribunale) e Pablo (Corinthians). In uscita potrebbe esserci Trauco che piace a Bordeaux e Olympique Marsiglia, ma i colpi peggiori li ha senza dubbio subiti il Corinthians: dopo aver ceduto Guilherme Arana al Siviglia (9mln), è infatti arrivata la mazzata del passaggio di ai giapponesi del Nagoya Grampus (11mln). Jò era il giocatore chiave dell’attacco, e si pensa a Calleri (fallimentare in Europa) per sostituirlo: intanto sono arrivati Junior Dutra dall’Avaì e René Junior dalla Ponte Preta (che smobilita dopo la retrocessione: Lucca è tornato al Corinthians, Nino Paraiba ed Elton sono approdati al Bahia), rinforzi di minor cabotaggio.

Jò ha tradito le aspettative dei tifosi del Timão (rimasto senza centravanti), e lo stesso ha fatto Fred, che saluta l’Atletico Mineiro per passare al Cruzeiro (2.5mln) dopo i fischi di quest’anno e viene sostituito da Ricardo Oliveira (Santos, che ha svincolato Thiago Ribeiro e Nilmar): Atletico Mineiro che perde anche Robinho a parametro zero, ma acquista un’ex speranza come Arouca (Palmeiras) e Samuel Xavier dallo Sport Recife, e si è inserito nella corsa per Juan Ignacio Dinenno, attaccante autore di una grande annata in Ecuador col Deportivo Cuenca (19 gol) e rientrato al Racing Avellaneda (piace anche all’Emelec). Capitolo Chapecoense. Neto ha rinnovato e tornerà a giocare nel 2018, sono stati confermati/riscattati Amaral, Jandrei, Arthur Cayke, Elias e Wellington Paulista, a breve lo sarà anche Grolli e c’è un primo potenziale acquisto: accordo in vista con Marcio Araujo del Flamengo, mentre si lavora per vedere se ci sono margini per trattenere i vari Luiz Antonio, Reinaldo ecc (rientrati a Flamengo e San Paolo) e salutano a zero Artur, Diego Renan e Victor Ramos (Meizhou Hakka). Capitolo San Paolo: l’acquisto che fa rumore è quello del giovane portiere Jean dal Bahia, quello che potrebbe farlo è l’approdo in prestito dall’Inter di Gabigol col 50% di ingaggio pagato (Tricolor favorito su Cruzeiro e Santos). Per chiudere con qualche pillola, il mediano Wendel (Fluminense, che ha ceduto anche Orejuela) è sempre più vicino al PSG per 15mln, Lucho Gonzalez resta senza squadra dopo la fine del contratto con l’Atletico Paranaense e il Vasco da Gama (preliminari di Libertadores) rinforza l’attacco con Rildo (Coritiba): si muove però anche l’Internacional, che ha preso Roger dal Botafogo e il difensore Gabriel Dias dal Palmeiras. Chiusura sull’ex Gremio Walace: rientrerà in Brasile dopo il disastro all’Amburgo, piace a Flamengo ed Atletico Mineiro.

OTROS PASES: ABREU DA RECORD, TRIPLO COLPO PER IL COLO COLO?- Partiamo dal Cile, il paese che sta regalando più emozioni: emozione maxima per il Loco Abreu, che ha firmato con l’Audax Italiano e stabilito un record mondiale (26 club in carriera, ha 41 anni!), emozione potenziale per un Colo Colo che vuole piazzare il triplo colpo e fare una signora figura in Copa Libertadores. Il team Valdivia ha in pugno gli acquisti di Carlos Carmona (l’ex Atalanta) dall’Atlanta United e Milko Albornoz dall’Hannover, ma soprattutto sembra vicino a ingaggiare Lucas Barrios, svincolato dopo il Gremio: tre nazionali dalla comprovata esperienza internazionale, tre giocatori che possono far fare un grande salto di qualità. Salto di qualità che cerca anche l’Universidad Catolica, che ha ingaggiato come tecnico Beñat San Josè (ex Bolivar) e prova a tornare grande nella stagione senza coppe, pur avendo perso Toselli (Atlas, può sostituirlo Dituro dal Bolivar) e svincolato gli esperti Santiago Silva e Franco Costanzo (a proposito, la U de Chile ha giubilato Ubilla).

Giorni intensi anche tra Colombia ed Ecuador: l’Atletico Nacional dovrebbe perdere Macnelly Torres (vicino al Cerro Porteño) e insegue Marcone, l’Independiente Santa Fé vorrebbe Arevalo Rios (Racing), i campioni del Millonarios si sono rinforzati con Ovelar (Junior, che può perdere Cantillo: l’Udinese ha offerto 5mln) e con l’arrivo atteso di Wilker Fariñez, portiere che farà grandi cose in futuro ed è diventato titolare della Vinotinto da U20. In Ecuador, invece, LDU Quito scatenata con gli acquisti di Ordoñez (Eintracht) e Orejuela (Fluminense), primi movimenti per il Delfin (Congo e Canga), tanti movimenti interni e un ritorno: Claudio Bieler, ex LDU, firmerà con l’Universidad Catolica ecuadoriana dopo aver rotto con il San Martin SJ. Movimenti minori e addii che fanno male nel resto del continente: Chumacero andrà al Puebla e lascerà lo Strongest, che cambia anche allenatore (Carlos Ischia, ex Boca e Aucas) e ingaggia il talentino Ramiro Vaca (’99) e Jhasmani Campos (Bangkok). Jesus Medina (Libertad) vola al New York City con la speranza di guadagnarsi una tra Girona e Man City in futuro, e il suo club ingaggia l’esperto (e nazionale) Riveros dall’Olimpia (che saluta Nestor Ortigoza): la squadra scatenata però è il Guarani allenato da Sebastian Saja (ex Boca e AEK), che ingaggia Velazquez (Toluca), Caballero del Nacional Asuncion e Guerrero dall’UT Cajamarca. Chiusura con l’Uruguay, che avrà la sua prima coppa nazionale (2019) e vede il giovane Diego Rossi (Peñarol) approdare all’Atlanta United per 3mln, e col Venezuela: salutano il paese l’U20 Josè Hernandez (Caracas) con destinazione-Atlanta United (ma dai?) e la stella del Monagas Blondell (approdato a Vancouver).

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.

Facebook
twitter
google_plus
linkedin
mail

L'articolo Locos por los fichajes: Palmeiras scatenato, Barco verso l’MLS e non solo. I primi movimenti del calciomercato sudamericano proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :