Magazine Viaggi

Longiarù il villaggio degli alpinisti e la valle dei mulini

Creato il 05 ottobre 2019 da Pizzo76
Sembra impossibile trovare ancora angoli incontaminati e di pace in Val Badia e San Vigilio di Marebbe, e invece è così! In una delle zone più turistiche delle Dolomiti, ho scoperto un piccolo villaggio dove il tempo sembra essersi fermato.Questo paese è Longiarù e fa parte del comprensorio turistico di San Vigilio.Più che un vero paese sono gruppi di masi, chiamati in ladino viles, che si sono conservati grazie alla posizione isolata in una valle senza sbocchi e comunicazione. Longiarù è incassato tra i boschi che la separano dalla Val Badia, il gruppo del Puez sullo sfondo che lo divide dalla Val Gardena e le cime delle Odle. L'economia dell'alpeggio, i pascoli, lo sfascio dei prati, insomma il duro lavoro dei contadini l'hanno resa una delle località più incantevoli di tutto l'Alto Adige
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei mulini
L'isolamento ha mantenuto intatte le due frazioni principali: Seres e Misci, proteggendole anche dal turismo che qui non è mai eccessivo. Un giro tra le vecchie case, oltre ad essere suggestivo è molto istruttivo. Controllate bene tutti i particolari delle abitazioni: parlano di un antico passato che arriva fino ai giorni nostri. La cura dei dettagli, poi, è così perfetta che verrebbe da fotografarle tutte!
longiaru valle dei mulini
Ecco quindi che Longiarù è entrato di diritto nel club dei “Villaggi degli alpinisti”, un club a cui possono accedere solo quei piccoli insediamenti delle Alpi che dimostrano di essere impegnati nella tutela di un territorio montano spesso minacciato da un turismo di massa sempre più invasivo, promuovendo un turismo ecologico e sostenibile dove esseri umani e ambienti naturali convivono in armonia in una sorta di museo vivente di cultura e tradizioni ladine.
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei muliniE cosa si può fare a Longiarù? Beh, oltre ad ammirare l'architettura delle case, consiglio di effettuare l'escursione allavalle dei mulini, un sentiero di circa 1,5 km che costeggia l'impetuoso torrente Seres, in un luogo suggestivo dove si trovano otto mulini ad acqua completamente restaurati, in parte ancora utilizzati dai contadini locali.
Longiarù il villaggio degli alpinisti e la valle dei mulini
longiaru valle dei mulini
In passato, quando i contadini della Val Badia vivevano solo dei prodotti della terra, questi mulini erano naturalmente indispensabili. L'acqua azionava le pale e le macine, semplificando il lavoro nella produzione quotidiana del pane.
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei muliniL'itinerario compie un giro ad anello e si ritorna al punto iniziale dopo circa un'ora. Potete partire direttamente dal centro (circa 30 minuti in più), oppure avvicinarvi con la macchina e lasciarla al parcheggio da dove inizia l'escursione.Per dormire, invece, vi consiglio di spostarvi nella vicina San Vigilio di Marebbe e di soggiornare nei bellissimi Liondes Chalets,8 chalets romantici di montagna, dove l'architettura richiama un po' quella delle case di Longiarù e dove l'antico charme si unisce con la comodità del comfort moderno.
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei mulini
longiaru valle dei mulini
Ogni chalet ha inoltre la sua spa privata con idromassaggio e giardino. Un modo unico per vivere una vacanza sulle Dolomiti!
INFO UTILI:
Liondes Chalets: https://www.liondes.it

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog