Magazine Società

Luminarie natalizie, un commerciante si sfoga: “Se Luino non è triste, che cos’è?”

Creato il 01 novembre 2017 da Stivalepensante @StivalePensante

"Sono un commerciante di Luino e come ogni anno, ma avviene ormai da 4-5, vado in giro per Luino ad 'elemosinare' quote di adesione tra i commercianti. L'obiettivo è quello di contribuire alle luminare natalizie da porre nel centro cittadino. Il comune dà il proprio contributo, ma poi vuole decidere a propria discrezione dove collocarle". Inizia così lo sfogo di un commerciante luinese che da anni, come dice, impiega parte del suo tempo per provare a convincere i propri colleghi a dare un contributo per abbellire di luci e colori natalizi il paese lacustre.

"Anche quest'anno mi sono adoperato - spiega il commerciante -, per cortesia all'Ascom, facendo almeno il giro nella mia zona. Mi sembra giusto, per onore di cronaca, comunicare che su tredici attività interpellate solo cinque hanno aderito, tra cui la mia. Io ho solo una considerazione da fare a questo punto: visto che parliamo di 100 euro più IVA, che vanno nei costi del bilancio di un'attività, non è triste che più di un'attività su due che 'guadagna' e 'vive' a Luino non aggiunga alle sue spese 100 euro per abbellire almeno nel periodo natalizio le sue vie?".

"Qui non si parla di guardare il proprio orticello o di non condividere l'iniziativa - continua - . Non aderire alla quota per le luminarie a Natale è oggettivamente triste, ed ancor più triste è vedere, successivamente, le stesse persone che si lamentano dei pochi eventi e manifestazioni organizzate per loro dalle istituzioni. E' triste vedere che nel momento in cui, con un piccolo gesto, potrebbero fare qualcosa di 'bello' per la cittadina, si nascondano dietro a scuse davvero imbarazzanti. Solo questo volevo far sapere a Luino - conclude -: Luino non è triste perchè lo dicono tre 'artisti', ma è triste perchè siamo in pochi, concretamente, a volerla migliore, come meriterebbe ".

Sentita l'Ascom Luino telefonicamente ha voluto esprimere il suo pensiero. "Noi ci impegniamo come ogni anno, sin da ottobre, ad organizzarci e a rendere l'atmosfera natalizia la più magica possibile. Certo in un periodo storico come questo, non è facile. Tra entrate ed uscite è difficile fare i conti con il bilancio, ma investiamo molto nel capitale umano a disposizione e con le risorse economiche a nostra disposizione. A Luino, come in altre parti, il periodo natalizio è quello più importante e facciamo fatica a capire come un commerciante non abbia 100 euro per partecipare alle luminarie. Quelli che partecipano lo fanno anche per loro e dovrebbero porre un cartello identificativo all'ingresso dei loro negozi. Nelle frazioni, invece, dove non vi sono esercizi commerciali, è il comune in parte che si occupa di abbellire i centri abitati. Allo stesso modo per la pista di pattinaggio e gli alberelli sul lungolago".

(Foto © Candido Quatrale)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :