Magazine Africa

Madagascar:denuncia di numerosi brogli alle elezioni presidenziali di ieri

Creato il 08 novembre 2018 da Marianna06

Risultati immagini per madagascar marianna micheluzzi

Il presidente uscente del Madagascar, Hery Rajaonarimampianina (foto in alto), ha denunciato “numerose irregolarità” nelle operazioni di voto per le elezioni presidenziali. “Sono stati rilevati diverse anomalie e irregolarità nelle operazioni di voto”, ha denunciato Rajaonarimampianina in un comunicato, facendo riferimento a presunte registrazioni non valide degli elettori, alla presenza di schede elettorali già preselezionate e a intimidazioni nei confronti degli elettori. “Il voto dei cittadini è stato vittima di manipolazioni”, ha denunciato il capo dello Stato, il quale ha fatto appello alle istituzioni competenti affinché impediscano qualsiasi altro tentativo di manipolazione. “Non lasciaremo che i cittadini vengano derubati del loro voto”, conclude la nota. Con 291 seggi scrutinati sui 24.852 complessivi, l’ex presidente Andry Rajoelina risulta saldamente in testa con il 45,07 per cento dei voti ottenuti contro il 40,3 per cento dell’altro ex capo dello Stato, Marc Ravalomanana, mentre Rajaonarimampianina si attesta solo al 3,29 per cento dei voti.
Circa 10 milioni di malgasci sono stati chiamati al voto ieri per scegliere se confermare il presidente uscente Rajaonarimampianina. A sfidare il capo dello Stato sono un totale di 35 candidati, tra cui Rajoelina (al potere dal 2009 al 2014) e Ravalomanana (alla guida del paese dal 2002 al 2009), cui la comunità internazionale impedì di candidarsi alle precedenti elezioni del 2013 a seguito delle violenze esplose nel 2009 che causarono un centinaio di morti e condussero al colpo di Stato che portò al potere lo stesso Rajoelina. Pochi analisti si aspettano un vincitore assoluto al primo turno: se nessun candidato otterrà oggi più del 50 per cento dei voti, infatti, si andrà al ballottaggio il prossimo 19 dicembre. (Fonte Agenzia Nova)

 a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog