Magazine Viaggi

🚘Maiori, centro turistico campano Patrimonio dell'Unesco

Creato il 26 luglio 2018 da Xena58 @xena58
Porto commerciale Maiori
Maiori è un centro turistico campano Patrimonio dell'Unesco, in provincia di Salerno, molto rinomato che si trova nell'insenatura più profonda della Costiera Amalfitana, tra Amalfi e Capo d'Orso, su quella che fu la foce del fiume Reginna Maior. Cosa vedere a Maiori...
🚘Maiori, centro turistico campano Patrimonio dell'Unesco
Maiori è un'affascinante località balneare vanta la più bella ed ampia spiaggia della Costiera Amalfitana, (uno dei litorali più belli del nostro paese, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco) sullo sfondo del baluardo del castello San Niccolò de Toro Plano, visibile dal centro storico di Maiori, e dal Castello di Mezzacapo che domina la cittadina.
Maiori tra giardini e terrazze traboccanti di agrumi
Spiaggia di Maiori con lungomare
Maiori, situata tra giardini e terrazze traboccanti di agrumi, si trova all'estremità di un'ampia baia di fronte alla spiaggia. La cittadina offre un lungo lungomare, molto ampio, ombreggiato da palme e cespugli di fiori coloratissimi che regale refrigerio e lunghe passeggiate che la rende adatta alle famiglie con bambini piccoli in cerca di una vacanza tranquilla.
Lungo la passeggiata principale si notano hotel di fascia media ed alcuni appartamenti sparsi qua e là.
Cenni storici su Maiori 
Il popolo di Maiori furono prima colonizzati dagli Etruschi intorno al VII secolo, poi dai Romani, che formarono insediamenti autonomi dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente e infine si unirono alla confederazione dello Stato Amalfitano. Tra gli anni 830 e 840 la città di Maiori era il cuore mercantile del nuovo stato, cuore dei Grandi Arsenali dell'Ammiragliato, della Dogana e dei Magazzini del Sale.
Attrazioni principali architetture civili e storiche

Palazzo Mezzocapo

Palazzo Mezzocapo- Maiori


🚘Maiori, centro turistico campano Patrimonio dell'Unesco

Palazzo Mezzocapo Maiori- sede soggiorno turismo


Per bilanciare lo svago delle vacanze a Maiori con qualche cosa riguardo all'arte si può visitare il palazzo comunale che è sede quasi sempre di presentazioni e/o mostre di artisti locali. Situato nel centro storico di Maiori il Palazzo Mezzocapo (attuale sede degli uffici del comune), ed ex residenza del Marchese, si presenta come un tipico palazzo nobiliare campano che si caratterizza per un curioso giardino adornato di vasche e fontane a forma di croce di Malta.

Torre Normanna, Maiori

Torre Normanna


Una delle attrazioni principali è la Torre Normanna , la più grande e antica delle Torri della Costiera Amalfitana. Costruita tra il 1250 e il 1300, era usata per avvistare e combattere navi nemiche. Oggi è diventata un famoso ristorante dove si può mangiare cibo locale proprio vicino al mare.

 Torre Normanna

 Torre Normanna


               

Castello di San Nicola de Thoro Plano

Castello di San Nicola de Thoro Plano


Sulla sommità del colle che domina le contrade di Accola e Caprineto, sorge il Castello di San Nicola de Thoro Plano. Visibile lungo il Corso Reginna, dando le spalle al mare alle spalle, la fortificazione rappresenta uno dei luoghi più affascinanti da visitare per chiunque si trovi in Costiera Amalfitana. La struttura fu eretta attorno ad un’antica chiesa a tre navate dedicata a San Nicola de Thoro Plano. L’attuale edificio venne restaurato nel XV dai duchi Piccolomini, nominati nel 1461 feudatari del Ducato di Amalfi da Ferdinando I D’Aragona. La costruzione definitiva cominciò nel 1465 ed terminò nel 1468, costando alla città seimila ducati.
Come arrivare al Castello
Il castello di San Nicola de Thoro Plano si può raggiungere sia a piedi, dopo circa 700 innumerevoli scale, partendo dal rione San Pietro sia in auto attraverso via Nuova Chiunzi. Percorso affascinante anche per gli amanti del trekking . Arrivati in cima, si apre una finestra situata sul punto più alto di Maiori che consente di ammirare il mare, il verde delle foglie ed i limoneti dall’alta collina.
La visita al castello di San Nicola Thoro Plano è gratuita, ad accogliere i visitatori e ad accompagnarli è Mastro Crescenzo, l’ultimo castellano di San Nicola.
Cosa mangiare a Maiori 

delizie al limone

delizie al limone


Nel corso degli anni la città è diventata molto popolare per il cibo mediterraneo: Maiori ha un piede a terra e l'altro in una barca, una dieta che mescola i prodotti del giardino con la fragranza del mare: un modo di cucinare tradizionale ma eclettico aperto a nuove sperimentazioni: indivia, cicoria, cavolo primaverile .. insieme a nogli, pezzenti (salsiccia di maiale) ed erbe aromatiche si uniscono nella "menestra 'mmaretata"; fave fresche e grosse fette di salame; "Casatiello", il tipico pane pasquale fatto con grasso di maiale e pepe è un must. Ottima la pasticceria come le delizie al limone.
Per gli amanti di edifici religiosi non manca la chiesa principale che domina dall'alto della montagna e altre piccole chiese sparpagliate lungo le strade e stradine interne.
Come arrivare a Maiori 
Maiori dista circa 30 chilometri dal capoluogo di provincia Salerno. È caratterizzata da un porto che la collega alle principali città della costiera, ma è raggiungibile soprattutto via automobile: le strade più comode per raggiungerla sono la Strada Statale 163 Amalfitana (il principale asse della zona), la Strada Provinciale 2/b (Chiunzi-Polvica-Maiori) e la Strada Provinciale 156 (Innesti SS 163-Erchie).
Centro di Maiori

Luogo ideale per famiglie, giovani e coppie. Maiori offre diversi tipi di attrazioni per soddisfare tutte le esigenze: relax, itinerari gastronomici, spiagge e mare bellissimo, passeggiate naturali, ristoranti e pub, locali notturni e divertimento!
Buon viaggio da #amalficoast e da #maiori 

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog