Magazine Cucina

Mangia locale, mangia di stagione

Da Stefania Daniele @cucinaconstefy

mangia-locale

Il rapporto tra uomo e natura è stato da sempre protagonista del ciclo vitale. Madre Natura è in grado di guidarci e sostenerci lungo il nostro cammino, con i suoi prodotti disponibili durante tutto l’anno.

Troppo spesso dimentichiamo l’importanza di portare nelle nostre cucine gli ingredienti che possiamo reperire durante il naturale susseguirsi delle stagioni. Alimentarsi seguendo la stagionalità dei prodotti è un’abitudine che, per molti aspetti, dovrebbe andare di pari passo con la scelta di acquistare prodotti locali, tipici del territorio nel quale abbiamo scelto di vivere. Una certa dose di pigrizia abbinata alla freneticità del quotidiano, spesso porta a rivolgerci ai centri commerciali per l’acquisto degli alimenti: sembra più “comodo” trovare tutto ciò di cui abbiamo bisogno in un unico luogo…

Ma non è mai troppo tardi per cambiare le proprie abitudini! Si tratta di mettere a punto nuove strategie d’acquisto e di riorganizzare la fornitura della propria dispensa con alimenti di stagione, locali e biologici che ci aiuteranno a migliorare lo stato di salute nostro e della nostra famiglia.

Vediamo dunque quali sono gli aspetti benefici del mangiare locale e di stagione.

GUSTO & NUTRIMENTO

I prodotti di stagione sono nati, cresciuti e maturati nel loro periodo ottimale, in totale accordo con la natura. L’intervento dell’uomo non è stato necessario, poiché le sole condizioni atmosferiche e l’ambiente circostante hanno contribuito al giusto sviluppo del prodotto.

Gli alimenti di stagione sono più gustosi e mantengono inalterate le proprietà nutritive al loro interno, al contrario dei prodotti disponibili nella grande distribuzione. Vi siete mai soffermati a sentire la differenza di sapore di un pomodoro maturo, acquistato in Agosto, in confronto a un pomodoro assaggiato in inverno?

PREZZO

Quando c’è abbondanza di un prodotto sul mercato il prezzo scende. I prodotti stagionali sono più economici sia per gli agricoltori, che non necessitano di particolari strumenti per la crescita e lo sviluppo di frutti e ortaggi disponibili in abbondanza nella giusta stagione, sia per i consumatori che godono di conseguenza dei costi ribassati.

AMBIENTE

I prodotti biologici di stagione si sviluppano senza l’aggiunta di pesticidi e additivi chimici e non devono essere modificati geneticamente. Grazie a questo, il loro impatto sull’ambiente circostante è soltanto positivo. L’aggiunta di composti tossici nell’agricoltura intensiva contamina il terreno, l’aria e l’acqua circostante. Inoltre, gli alimenti di stagione acquistati localmente non pesano sull’inquinamento atmosferico in termini di trasporti ridotti per l’approvvigionamento.

CUCINA

Mangiare prodotti di stagione, non artefatti e acquistati localmente, ci costringe a passare un po’ più di tempo in cucina. È davvero solo questione di abitudine e organizzazione e vedrete che il risultato di gusto e salute sarà in grado di ripagare le piccole battaglie contro terra e piccoli insetti da allontanare, per esempio, dalle vostre insalate. Cucinare con le proprie mani le pietanze è un primo importante passo verso la consapevolezza di ciò che introduciamo nel nostro organismo. Vi assicuro che dopo non vorrete più tornare indietro.

COMUNITA’

Acquistare cibo locale significa spesso conoscere la storia di un’azienda familiare, sapere come un prodotto viene curato e reso disponibile per la nostra tavola. Sostenere le piccole aziende agricole del nostro territorio ci fa sentire connessi con le persone e l’ambiente in cui viviamo. Questa pratica potrebbe riportare il giusto equilibrio nell’economia odierna, per sostenere i singoli individui anziché le multinazionali, dando vita a una nuova rivoluzione alimentare.

EQUILIBRIO

Vivere in sintonia con i ritmi stagionali ci rende riconoscenti nei confronti della natura e dell’ambiente. Seguire il naturale ciclo vitale semplifica le nostre vite, migliora il nostro benessere e ci permette di raggiungere uno stato di armonia rispetto a ciò che ci circonda.

CONSIGLI PRATICI:

  • Individuare i giusti fornitori locali non è immediato, dovrete fare una piccola ricerca e informarvi sui giorni e i luoghi dove si svolgono mercati contadini o incontri del Gas della vostra zona. Non sottovalutate inoltre le piccole botteghe vicino casa vostra, ovviamente accertandovi della provenienza dei singoli prodotti!
  • Se avete poco tempo, ma non rinunciate a prodotti di qualità locali cercate online aziende agricole che effettuano consegne a domicilio. Per chi, come me, vive in Toscana, ho due ottimi fornitori da consigliarvi: www.portocalafata.it ,consegnano in Lucchesia e Versilia. www.fattoriadicorazzano.it , consegnano a Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno.
  • Documentatevi sulla reale stagionalità dei prodotti. Se siete alle prime armi e non ricordate la frutta e la verdura disponibile in un dato periodo dell’anno, fate una piccola ricerca online oppure seguite la pagina del calendario dell’orto: https://it-it.facebook.com/ilcalendariodellorto/
  • I cibi di stagione e locali non vanno conservati troppo a lungo: al contrario degli alimenti acquistati al supermercato, infatti, sono più delicati perché non hanno subito processi di lavaggio accurato o l’utilizzo di conservanti. È buona norma, quindi, la pulizia accurata di ogni verdura di stagione prima di riporla in frigorifero e, più in generale, l’acquisto di alimenti realmente corrispondenti alle nostre necessità per non rischiare di sprecare prodotti preziosi (anche il portafoglio ringrazierà!)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :