Magazine Politica

Mario Rigoni Stern «Perché dovete chiamarmi compagno” (Lettera inedita 2007)

Creato il 13 luglio 2011 da Malpaese @IlMalpaese

Mario Rigoni Stern «Perché dovete chiamarmi compagno” (Lettera inedita 2007)

MIRA (Venezia) 20 gennaio 2007

Cari Compagni, sì, Compagni, perché è un nome bello e antico che non dobbiamo lasciare in disuso; deriva dal latino “cum panis” che accomuna coloro che mangiano lo stesso pane. Coloro che lo fanno condividono anche l’esistenza con tutto quello che comporta: gioia, lavoro, lotta e anche sofferenze.

È molto più bello Compagni che “Camerata” come si nominano coloro che frequentano lo stesso luogo per dormire, e anche di “Commilitone” che sono i compagnid’arme.

Ecco, noi della Resistenza siamo Compagni perché abbiamo sì diviso il pane quando si aveva fame ma anche, insieme, vissuto il pane della libertà che è il più difficile da conquistare e mantenere.

Oggi che, come diceva Primo Levi, abbiamo una casa calda e il ventre sazio, ci sembra di aver risolto il problema dell’esistere e ci sediamo a sonnecchiare davanti alla televisione.

All’erta Compagni! Non è il tempo di riprendere in mano un’arma ma di non disarmare il cervello sì, e l’arma della ragione è più difficile da usare che non la violenza.

Meditiamo su quello che è stato e non lasciamoci lusingare da una civiltà che propone per tutti autoveicoli sempre più belli e ragazze sempre più svestite.

Altri sono i problemi della nostra società: la pace, certo, ma anche un lavoro per tutti, la libertà di accedere allo studio, una vecchiaia serena; non solo egoisticamente per noi, ma anche per tutti i cittadini. Così nei diritti fondamentali della nostra Costituzione nata dalla Resistenza.

Vi giunga il mio saluto, Compagni dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e Resistenza sempre.

 

Vostro

Mario Rigoni Stern

« Il momento culminante della mia vita non è stato quando ho vinto premi letterari, o ho scritto libri, ma quando la notte dal 15 al 16 sono partito da qui sul Don con 70 alpini e ho camminato verso occidente per arrivare a casa, e sono riuscito a sganciarmi dal mio caposaldo senza perdere un uomo, e riuscire a partire dalla prima linea organizzando lo sganciamento, quello è stato il capolavoro della mia vita… »

http://solleviamoci.wordpress.com/2008/08/11/mario-rigoni-stern-%C2%ABperche-dovete-chiamarmi-compagno%C2%BB/

http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Rigoni_Stern

 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Lettera a giuliano pisapia

    Lettera giuliano pisapia

    a cura di Shirin Chehayed Gentile Sindaco, le scrivo per porla di fronte a una riflessione su cui mi sto interrogando da giorni. Sarò breve e concisa, in... Leggere il seguito

    Da  Fabiosiena
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Lettera all'on., dott., Roberto Calderoli all’indomani della intemerata contro i...

    Lettera all'on., dott., Roberto Calderoli all’indomani della intemerata contro preg.mo, prof., cav. gran croc., pres. cons., sig. Mario Monti

    Caro, carissimo, on., dott., prof., cav., comm., gran figl de put., stim.mo, maxillo-facc.sig. Roberto Calderoli, siamo qui con la nostra di persona... Leggere il seguito

    Da  Massimoconsorti
    POLITICA, POLITICA ITALIA
  • Lettera al padrone Marchionne

    Caro Marchionne, lo so, è scandaloso che un uomo dichiaratamente di destra come me non si sia rallegrato del risultato a te favorevole del referendum al quale... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    LAVORO, SOCIETÀ
  • Lettera

    Bare italiane e bare americanedi Elisa MerloUn altro soldato italiano ucciso in Afghanistan. Presidente della Repubblica, ministri del Governo, non potreste... Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    SOCIETÀ
  • Lettera & testamento.

    Lettera testamento.

    Caro il mio bifolco, oggi son qui riunito per dibattere, e se possibile deliberare, su di 1 tema scottante: è possibile beneficiare di momenti creativi senza... Leggere il seguito

    Da  Vilipendio
    SOCIETÀ
  • Lettera autoerotica

    Solitamente si scrivono poesie d'amore per persone fuori di noi, anzi è fin troppo scontato dedicare una poesia a una persona lontana, che amiamo, nostra musa... Leggere il seguito

    Da  Carlo_lock
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Lettera da Marte

    Lettera Marte

    A volte mi capita di pensare di avere una persona cara su Marte, la distanza non è certo poca, coi cellulari è un casino e probabilmente le tariffe sono spazial... Leggere il seguito

    Da  Ilrusso
    OPINIONI, SOCIETÀ