Magazine Calcio

Marotta al veleno, che stoccata alla Juventus

Creato il 11 febbraio 2019 da Emanuele De Scisciolo

da Football News 24 ...

Marotta parla del suo addio alla Juventus, tirando una stoccata alla Vecchia Signora ed incensando il club nerazzurro.

Giuseppe Marotta è stato indubbiamente uno degli artefici della rinascita della Juventus post Calciopoli, una squadra distrutta nell’animo e nelle finanze e costretta a ripartire dalla Serie B. Nonostante l’immediata risalita dei bianconeri nella massima divisione, solo l’avvento del presidente Agnelli e l’acquisto dalla Sampdoria del tandem formato da Marotta e Paratici ha permesso alla Vecchia Signora di rimettersi sui giusti binari, tornando a dominare il campionato italiano.

Tuttavia il tempo passa, per tutti. Perciò se da un lato è parzialmente vero che “squadra che vince non si cambia”, come recita un antico adagio, è altrettanto indiscutibile che negli affari non si possa migliorare semplicemente con la riconoscenza. Per questa ragione la scorsa estate la Juventus decise di dare il benservito al dirigente lombardo, promuovendo sul campo il pupillo Paratici ed affidando a Pavel Nedved maggiori responsabilità. Si trattò tuttavia di un divorzio alquanto frettoloso, quantomeno nelle tempistiche, che lasciò più di qualche questione in sospeso per la rapidità con la quale si concretizzò.

Marotta all’attacco: “Juventus? Meglio l’Inter”

Nel corso di un’intervista concessa al quotidiano Il Secolo XIX, l’amministratore delegato interista ha parlato dei suoi trascorsi alla Juventus e, nello specifico, di quell’addio ancora non del tutto digerito. Citando Nelson Mandela, Marotta ha affermato che: “Nella vita non perdi mai: o vinci, o impari“.

Una frase ad effetto che però è stata solo il preludio alla vera stoccata rifilata all’attuale dirigenza bianconera, arrivata subito dopo: “Nel mio caso poi si è chiusa una porta e si è aperto un portone“. Dichiarazioni che non lasceranno di certo indifferenti i tifosi juventini, dal momento che il “portone” citato dal dirigente è chiaramente l’Inter, mentre la semplice “porta” rappresenta allegoricamente proprio la Juventus. Se Marotta ritenga davvero l’Inter un’opportunità migliore rispetto alla sua ex squadra, o se si tratti solamente dell’ennesimo episodio che ricalca il rapporto della volpe con l’uva – per rimanere in tema di metafore – non è dato sapere.

Probabilmente però lo stesso Marotta su una cosa ha effettivamente ragione: forse la vicenda sarebbe potuta essere gestita meglio. Quantomeno sul piano dei rapporti personali, visti gli strascichi non propriamente idilliaci fra le due parti in causa.

L'articolo Marotta al veleno, che stoccata alla Juventus proviene da Football News 24.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog