Magazine Attualità

Mercato europeo del poker online: AAMS, ARJEL e DGOJ ne discutono

Da Poli @PoliPoker_

poker online europeoUn mercato europeo del poker online potrebbe presto prendere forma e diventare realtà. A sbilanciarsi in tal proposito è stato Enrique Alejo, direttore dell’ente regolatore spagnolo (DGOJ), che in un’intervista al quotidiano economico Cinco Dias ha parlato di un progetto di integrazione che coinvolgerebbe Francia ed Italia.

 

Si tratterebbe di un’azione che potrebbe portare nuovo ossigeno ai mercati nazionali già da tempo sofferenti: Francia e Italia sono infatti attanagliati dalla mancanza di ricambio di giocatori, mentre la Spagna, a pochi giorno dal lancio del gioco regolamento, vive sotto la morsa di una tassazione che obbliga i suoi giocatori a pagare sia sulle vincite che sui cashout; una politica che ha comportato un’affluenza molto più bassa del previsto ai tornei Multi-tavolo ed ai sit and go.

 

Secondo quanto riferito da Alejo, gli enti regolatori di Italia, Francia e Spagna starebbero confrontandosi già da mesi sulle modalità di integrazione e di realizzazione del dot.eu. Tra i problemi principali che dovranno essere affrontati e superati primeggia quello della tassazione: livellare o quantomeno armonizzare il prelievo tra i vari stati diviene indispensabile per accedere alla liquidità internazionale.

 

Si tratta di un progetto che attualmente coinvolge i tre stati sopra citati ma che secondo il direttore di DGOJ potrebbe riguardare anche altri stati come la Gran Bretagna e la Germania. Una prospettiva, questa, non priva di ostacoli che deve tenere in conto del diverso quadro normativo di questi due Paesi in materia di gaming online; e se la prima si è recentemente mossa verso una nuova politica per l’e-gaming, la seconda vieta totalmente il gioco online.

 

Nonostante le tante difficoltà, presto, almeno per i tre stati regolamentati, le barriere virtuali che si sono alzate attorno all’universo del poker online potrebbero sgretolarsi e ciò “consentirà – come affermato da Alejo - ai poker players spagnoli di giocare in altre giurisdizioni che accettino le nostre condizioni e che hanno già la nostra fiducia come l’apparato legislativo italiano e francese”.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :