Magazine Passione Motori

Mercedes chiude i fori nei mozzi e rispuntano i problemi di gomme – Formula 1 – Motorsport

Da Chiaramarina
Mercedes chiude i fori nei mozzi e rispuntano i problemi di gomme – Formula 1 – Motorsport

La querelle era emersa la settimana precedente al GP degli Stati Uniti e aveva come oggetto la modifica operata dalla Mercedes per evitare il surriscaldamento dei pneumatici posteriori. Un problema decisamente annoso, visto che in un modo o nell'altro, le Frecce d'Argento ne hanno sempre sofferto sin dal 2013. Tuttavia, l'introduzione dei cerchi lamellari a Spa, la modifica dei cinematismi della sospensione posteriore a Singapore ed infine l'aggiornamento dell'accoppiata cerchi e mozzi forati al centro, aveva di fatto annullato l'inconveniente rendendo la W09 inattaccabile per i rivali diretti.

Mercedes chiude i fori nei mozzi e rispuntano i problemi di gomme – Formula 1 – Motorsport
La FIA, come noto, aveva indagato e ritenuto inizialmente legale la soluzione. Ma in seguito, prima del via del Gran Premio degli Stati Uniti, sarebbe tornata sui propri passi imponendo alla Mercedes di intervenire sigillando con del silicone i fori presenti nella sezione interna dell'acoppiamento tra mozzo e ruota. Questa l'indiscrezione riportata dalla testata Motorsport.com, secondo la quale la Federazione non avrebbe fatto nessuna comunicazione ufficiale a riguardo. A fatti acquisiti è interessante notare come, una volta chiusi i contestati fori, la W09 sia tornata a produrre delle prestazioni terrestri, surriscaldamento del battistrada posteriore compreso, e la Ferrari (che dalla sua è dovuta tornare ad alcuni elementi dei vecchi pacchetti per ritrovare competitività) si sia nuovamente riavvicinata.

Proprio la Ferrari aveva presentato all'organo di governo sportivo una lettera per chiedere un chiarimento circa la soluzione ideata ed adottata dagli avversari. I fori nel cerchio della Mercedes erano stati inizialmente approvati poiché le loro dimensioni sarebbero state ritenute tali da costituire un effetto aerodinamico trascurabile. Aspetto che invece non era stato giudicato allo stesso modo per la soluzione Red Bull, quella dei mozzi forati all'anteriore poi banditi nel 2012 secondo i dettami dell'articolo 3.15 del regolamento tecnico. Confermando ora la non conformità della menzionata soluzione, la FIA ha compiuto una marcia indietro rispetto al primo pronunciamento evitando di aprire un probabile contenzioso a livello sportivo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :