Magazine Psicologia

Mi piace ma è sposato

Da Adriano Rossi @AdrianodiR

Ciao io sono Federica ho 22 anni e da pochi giorni ho preso la patente. Diciamo che con l'istruttore si era creato un legame. Nel senso che si scambiavano due chiacchiere, si rideva e l'ora di guida andava bene. Al primo esame pratico non ero passata. Mi ricordo che lui venne da me (me ero seduta) mi prese le mani per farmi alzare e mi diede un abbraccio. Io so che quello era un gesto di gentilezza come per dimostrare che lui mi capiva e mi era vicino come insegnante. Anche quando una guida non andava bene lui mi abbracciava.

Il giorno dell'esame veniva lì (mentre aspettavamo di fare l'esame) e mi abbracciava il braccio. Tornati in autoscuola ho voluto salutarlo con un abbraccio (non glielo avevo mai dato prima). Poi mentre stava per uscire dalla porta di gira e mi chiede se volevo un passaggio. Eravamo lì io e un altro ragazzo a piedi e a lui non ha chiesto nulla. In macchina continuava a farmi i complimenti per come era andata la guida. E io lo ringraziavo e sorridevo. Avrei voluto dirgli che mi sarebbe mancato, abbracciarlo ancora, andarlo a trovare in autoscuola, ma so che è sposato e che ha dei figli. So che è sbagliato e che forse è stato gentile perché fa parte del lavoro?. Non lo so. So solo che ci penso tanto e non vorrei farlo...

da: Federica


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines