Magazine Calcio

Milan, Maldini: “Gattuso il nostro allenatore. Il deferimento Uefa non sorprende”

Creato il 11 aprile 2019 da Emanuele De Scisciolo

Paolo Maldini parla del Milan, da Gattuso al mercato al nuovo deferimento UEFA

MILAN MALDINI GATTUSO – In esclusiva per Sport Mediaset, il Direttore Strategico sviluppo area sport del Milan, Paolo Maldini, parla del finale di campionato dei rossoneri. L’ex bandiera milanista, tornato in società la scorsa estate al fianco di Leonardo, parla anche del futuro di Gennaro Gattuso, del prossimo mercato e del finale di campionato, passando per il recente secondo deferimento Uefa.

Maldini: “Con la Lazio gara importante. A Gattuso non era stata chiesta la Champions”

LA SQUADRA – Paolo Maldini inizia parlando del prossimo impegno di campionato dei rossoneri e del futuro del tecnico ed amico Gennaro Gattuso. “La Lazio sta bene, ha tanta qualità e come noi si gioca l’accesso alla prossima Champions League. Quest’anno abbiamo avuto problemi con le squadre che ci precedono in classifica. Dobbiamo far bene con Lazio e Torino, così in caso di arrivo a pari punti avremo dalla nostra gli scontri diretti. Abbiamo fatto un solo punto in quattro partite, ma la sfida con la Juventus ci ha dato tante certezze. La società ha un rapporto molto diretto con Gattuso e con i giocatori della rosa. Non abbiamo mai pensato di cambiare Gattuso, inoltre non gli era stata chiesta la Champions, anche se ora siamo lì e vogliamo provare a giocarcela. Con Rino ci diciamo le cose in faccia, mentre con Leonardo ogni tanto pensiamo che sarebbe bello tornare a vincere con Gattuso in panchina”.

Il deferimento Uefa ed il prossimo mercato estivo dei rossoneri

UEFA E MERCATO – Poi l’ex capitano del Milan parla del nuovo deferimento Uefa e del prossimo mercato rossonero. “Non siamo sorpresi dal nuovo deferimento. Dialoghiamo con l’Uefa ogni settimana. Il procedimento riguarda prima dell’avvento di Elliott. Siamo pronti a tutto, abbiamo tante armi. Il Financial Fair Play ha azzerato i debiti nel calcio, anche se poi non è giusto che una società sana non possa investire. Il Milan è una società sana con persone competenti e vuole tornare a vincere. Bakayoko vorremmo tenerlo. Ha dimostrato grande personalità. Molto per il prossimo mercato dipenderà dal FPF e dal piazzamento in campionato. Anche il gruppo ci tiene molto per l’autostima a tornare in Champions League”.

Maldini: il suo ritorno al Milan ed un possibile futuro rossonero per i figli

FUTURO – Paolo Maldini è tornato al Milan dopo diversi anni di riavvicinamento, senza mai ottenere un ruolo da lui ritenuto giusto. Poi il ritorno l’estate scorsa, convinto da Leonardo. “La chiamata di Leonardo è stata una fortuna. Io e lui ci dividiamo i ruoli tra ufficio e campo. Vogliamo portare le nostre idee vincenti e la conoscenza che abbiamo del mondo Milan all’interno di questo gruppo. La possibilità che uno dei miei figli giochi nel Milan e che la numero 3 torni ad essere indossata da qualcuno? Significherebbe che avrebbero realizzato il loro sogno. Spero solo che siano felici, al di là del numero di maglia che dovessero scegliere in una società di calcio”.

L'articolo Milan, Maldini: “Gattuso il nostro allenatore. Il deferimento Uefa non sorprende” proviene da Football News 24.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog