Magazine Lifestyle

Minimalismo: lo stile di vita di chi vive viaggiando

Da Roads2happiness

Negli ultimi mesi ho avuto modo di conoscere storie di persone che hanno cambiato radicalmente la loro vita. Persone che molto spesso si erano trovate a vivere un’esistenza vuota, dove solo il consumismo permetteva di anestetizzarsi giorno dopo giorno. Poi ognuno di loro ha portato avanti una rivoluzione nella propria vita, strade diverse ma unite dalla voglia di collezionare nuove esperienze e non più beni materiali. Il minimalismo ha permesso a ognuno di loro di alleggerirsi, perché meno si possiede e più si è liberi.

Minimalismo@elisecook IG

Il minimalismo nasce in campo artistico negli anni sessanta prendendo spunto dalla filosofia zen e ha come obiettivo la continua ricerca dell’essenziale. Non esiste spazio per il superfluo. La musica, la scrittura, l’arte e l’edilizia devono trasmettere semplicità e valorizzare solo gli aspetti più importanti dell’opera.

Allo stesso tempo, in contrasto al consumismo sfrenato che ormai caratterizza la nostra società, molte persone hanno trovato nel minimalismo uno stile di vita in grado di ristabilire un’equilibrio. Possedere meno oggetti permette di focalizzare l’attenzione sulle cose che danno veramente senso e valore alla vita.

Decidere di viaggiare per lunghi periodi spesso significa portare delle grandi rivoluzioni nella propria vita. Si lascia il lavoro, gli amici, la famiglia, la casa e tutte le cose che ogni giorno riempivano le nostre giornate. Con noi rimane solo uno zaino con all’interno qualche vestito, un notebook e al massimo una macchina fotografica o un eBook. I soldi che possiamo spendere ogni giorno sono pochi quindi ci accontentiamo dell’essenziale.

Chi decide di vivere viaggiando si avvicina al minimalismo senza nemmeno saperlo ma alla fine finisce per innamorarsene.

Poche cose a cui pensare

Se ti è capitato di viaggiare per più di un mese saprai cosa vuol dire avere un numero limitato di cose a disposizione. Ogni mattina ti svegli, apri il tuo zaino e prendi una delle cinque magliette che hai con te. Senza pensarci troppo, è semplice decidere quando si ha così poche alternative. Poi prendi il tuo smartphone e, mentre fai colazione, osservi distrattamente le mail in arrivo. Apri quella delle offerte Amazon, ce ne sono alcune interessanti, se tu fossi stato a casa probabilmente avresti comprato qualcosa. Ma sei dall’altra parte del mondo e Prime non funziona. Decidi di lasciar perdere, alla fine sarebbe stato un altro dei tanti inutili oggetti che occupano solo spazio in casa. Non ci sono TV così appoggi il telefono sul tavolo e finisci di fare colazione, apprezzando il silenzio.

Mano a mano che i giorni passano, senti che qualcosa nella tua mente sta cambiando. Hai poche cose di cui preoccuparti e questo ti permette di avere una libertà che non hai mai avuto. Ti senti leggero.

Pochi soldi da spendere

Se vivi viaggiando generalmente, oltre ad avere poche cose con te, hai anche un budget giornaliero ridotto visto che devi fronteggiare lunghi periodi senza entrate economiche. Ostelli e guest house sono gli unici tipi di alloggi che puoi permetterti. Inizialmente può essere pesante non avere privacy perché condividi la camera e il bagno con altre 7 persone oppure magari ti senti soffocato a dormire in una stanzetta minuscola dove non c’è spazio nemmeno per scendere dal letto. Ma è un compromesso che impari ad accettare volentieri, sai che in questo modo puoi risparmiare un sacco di soldi. E risparmiare soldi equivale a guadagnare tempo da spendere in altri giorni di viaggio. Ma non c’è solo questo. Alloggiare in sistemazioni economiche e mangiare in locali dove i costi sono bassi ti permette di apprezzare l’essenziale, di essere grato per avere semplicemente un letto dove dormire o un pasto da gustare. Niente è più scontato.

Minimalismo: lo stile di vita di chi vive viaggiando
@ __loveherwild__ IG

Non tutti riescono a viaggiare continuamente, la maggior parte di noi passa periodi più o meno lunghi fra casa e lavoro. Ma se nell’anima sei un viaggiatore lo rimani in qualsiasi situazione e in qualsiasi luogo.

Solito discorso vale per lo stile di vita minimalista. Inizi a praticarlo durante i periodi in cui sei in viaggio ma qualcosa dentro di te cambia per sempre. Una volta tornato a casa vedi le cose con un’altra angolazione, preferisci la semplicità agli eccessi, l’essenziale all’abbondanza.

Non sei più interessato al nuovo modello di telefono o alle scarpe fighe. Inizi a capire che ciò che veramente ti rende felice non sono gli acquisti compulsivi su Amazon ma qualche ora in più da dedicare a te stesso. Capisci che per apprezzare le cose importanti della vita hai bisogno di fermarti, di rallentare. Citando uno dei più grandi viaggiatori, Tiziano Terziani, smetti di correre per correre, andare per non arrivare mai.

Questo è il segreto delle persone che vivono viaggiando o che comunque passano molto tempo della loro vita a viaggiare. Diventano mano a mano dei veri e propri maestri del minimalismo. Riescono a spendere pochissimo riuscendo così ad avere molta più libertà. Tutto ciò di cui hanno bisogno è uno zaino, le poche cose ce riescono a infilare e il tempo per godersi al massimo ogni secondo della giornata. Sono liberi dal superfluo.

Se senti che ogni cosa attorno a te ha perso valore e tutto ti sembra superficiale forse dovresti pensare di dedicare qualche settimana della tua vita a un bel viaggio zaino in spalla. Magari senza accorgertene ti innamorerai del minimalismo pure tu e inizierai a vivere saltando da un luogo all’altro, diventando un vero consumatore seriale di esperienze.

Se invece non hai modo di metterti in viaggio puoi comunque iniziare a fare dei piccoli cambiamenti nella tua vita che ti permetteranno di avvicinarti al minimalismo anche da casa. Ti do 5 suggerimenti che ho personalmente attuato nella mia vita:

relax coppia in montagna

1 Liberati dal Superfluo

In casa o sul luogo di lavoro siamo circondati da tantissimi oggetti che risultano totalmente inutili. Prendi un bello scatolone, riempilo di tutte le cose che non reputi essenziali per la tua vita e poi nascondilo in cantina o in soffitta. Vedrai che dopo qualche settimana ti sarai addirittura dimenticato di averli. In questo modo i tuoi spazi e la tua mente saranno liberi da inutili distrazioni, imparerai ad apprezzare maggiormente l’essenziale.

2 Datti un Budget Mensile Limitato

Un modo per tornare ad apprezzare le cose semplici e smettere di trovare la soddisfazione personale nello shopping è quello di imporsi un budget mensile limitato. Imparerai a gestire il denaro con maggiore attenzione, smetterai di soffocare il tuo malessere comprando cose del tutto inutili alla tua felicità, inizierai a cercare risposte dentro di te, capirai che hai bisogno di molto meno denaro rispetto a quello che pensavi per vivere una vita ricca di emozioni ed esperienze gratificanti.

3 Fai una Cosa alla Volta

Siamo presi da mille impegni e bombardati da informazioni ogni singolo momento della giornata. Questa situazione ci porta ad essere distratti, a vivere ogni aspetto della nostra vita con superficialità. Impara a concentrarti su una singola cosa alla volta, cerca di utilizzare tutti i tuoi sensi, impara a percepire il grande valore che sta dietro ad ogni elemento che ci circonda. Questo è un’ottimo modo per ottenere il massimo da ogni nostro impegno e avere la possibilità di trovare grandi soddisfazioni in cose che in precedenza ci sembravano scontate.

4 Dai Valore al Tempo

Il tempo è il bene più prezioso ma troppo spesso lo diamo per scontato. Lottiamo per uno stipendio maggiore ma difficilmente siamo pronti a combattere per avere più tempo da dedicare a noi stessi. Citando ancora una volta Terziani, Tu vendi il tuo tempo, le tue giornate, per cui lo stipendio che ti danno è una sorta di ricompensa perché ti hanno rubato qualcosa. Inizia a mettere il tempo come priorità principale, se non ne hai abbastanza cerca di modificare la tua vita in modo da averne di più, magari evita le ore di straordinario che ti stanno uccidendo o prenditi qualche giorno di ferie in più.

5 Apprezza la Semplicità

Ogni giorno che passa tutto diventa più complesso e sofisticato. La tecnologia, la finanza e la società si evolvono a una velocità impressionante. Tutto questo ci porta a pensare che le cose di valore debbano essere complesse e difficilmente accessibili. Ma non è così. Impara a trovare nuovamente il contatto con la natura, regalati qualche passeggiata nel parco oppure siediti in spiaggia davanti al mare. Concentrati su ciò che i tuoi occhi vedono e ascolta i rumori intorno a te. Permetti ai tuoi sensi di ristabilire un contatto con la tua parte interiore. E’ una cosa semplice, che tutti possono concedersi ma che in pochi fanno. Lasciati andare, il mondo va avanti nonostante tu smetta di correre. Impara a trovare il valore nella semplicità, sorriderai pensando a tutti i problemi inutili che ti sei fatto fino ad adesso.

L'articolo Minimalismo: lo stile di vita di chi vive viaggiando proviene da Roads2Happiness.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog