Magazine

Mio fratello rincorre i dinosauri

Creato il 23 agosto 2019 da Cobain86

Mio fratello rincorre i dinosauri

MioFratello_cromosoma_01

" data-orig-size="2000,1570" sizes="(max-width: 678px) 100vw, 678px" data-image-title="MioFratello_cromosoma_01" data-orig-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg" data-image-meta="{"aperture":"0","credit":"","camera":"","caption":"","created_timestamp":"0","copyright":"","focal_length":"0","iso":"0","shutter_speed":"0","title":"","orientation":"0"}" width="678" data-medium-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=300" data-permalink="https://cobain86.com/2019/08/23/mio-fratello-rincorre-i-dinosauri/miofratello_cromosoma_01/" alt="MioFratello_cromosoma_01" height="532" srcset="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=678&h;=532 678w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=1356&h;=1064 1356w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=150&h;=118 150w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=300&h;=236 300w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=768&h;=603 768w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=1024&h;=804 1024w" class="aligncenter wp-image-9050" data-large-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_01.jpg?w=540" /> Può la sindrome di Down risultare interessante ed ironica? Buona lettura?

La trama

Giacomo, adolescente proveniente da una famiglia proletaria residente a Castelfranco Veneto.
Musica, amici, anarchia, voglia di fare gli alternativi contro i “fighetti”, poi lui è il primo a dividere le persone in etichette taggandole in modo preventivo.

Tuttavia il nuovo arrivato in famiglia, Giovanni, sconvolgerà completamente le loro vite, inondandole di imprevedibilità e amore incondizionato.

Fonti bibliografiche

Per parlare di disabilità, non avendo un’esperienza diretta in casa, oltre all’osservazione sul campo mi sono basato sui seguenti testi:

 Il libro: scelta e analisi

Agosto, Abano Terme.

In una tranquilla serata passata a ritrovare i negozi che mi hanno fatto compagnia negli ultimi cinque anni (il gran bazar, il negozio di souvenir veneziani, pastificio-enoteca, gelaterie e così via) mi imbatto in una piccola libreria.

È cambiata la gestione, ora al posto della ragazza c’è un signore barbuto dal bianco capello: però è competente e legge veramente tanto. Forte dei mei 30 euro in tasca decido di lasciare un contributo.

Passata la sezione melodrammi femminili (la nipote che cerca la nonna, la zia che cerca la cognata, la madre che deve trovare le ricette di sua madre contadina cinquant’anni prima e boiate simili), verso il fondo, trovo il libro di cui vi parlerò oggi: Mio fratello rincorre i dinosauri.

Avendo visto tempo fa sulla RAI una presentazione ho pensato di dargli una possibilità e l’ho acquistato.

Dopo averlo finito in 5 ore circa (ho dovuto pranzare, nel mentre) ecco la mia recensione in merito.

Disabilità e malattia mentale

Due temi tabù come pochi: nessuno ne vuole sentire parlare, quando vediamo una persona con queste caratteristiche ci allontaniamo oppure estraiamo un rosario, facendo le condoglianze ai familiari.

Molti non sanno come reagire, non sanno cosa voglia dire gestire un disabile vita natural durante, hanno solo visto qualche film strappa lacrime la domenica pomeriggio. E quindi reagiscono di conseguenza.

Io mi sono documentato partendo da libri che raccontavano storie vere, perché solo chi vive queste esperienze H24 ha un’idea dell’impegno, dell’amore e della cura necessaria per non impazzire di fronte a un ostacolo così impegnativo.

Molti di noi, provenendo dalla cultura “bianca”, sono stati abituati a tracciare un cerchio “di perfezione”: le persone bianche, perfette e ben inserite ne fanno parte, mentre i disabili/freak/”colorati” (passatemi il termine) ne sono al di fuori. Leggendolo sui testi di psicologia ne rimasi sconvolto, ma effettivamente è così.

Nelle pagine del libro

Il protagonista della nostra storia, il classico adolescente con il classico amore non corrisposto consumato sulle note di una Stratocaster, ragiona proprio in questo modo.

Fino a 14 anni lui si preoccupa di dividere la vita in tre compartimenti stagni: famiglia, basket, scuola.

Il ragazzo arriva a nascondere, come se parlassimo di un pentito sotto copertura, il fratello Down, per lui continua fonte d’imbarazzo e disagio. È talmente indolente e fastidioso da non agire nemmeno in caso di pericolo, come un gruppo di bulli al parco che lo accerchia e lo inizia a deridere.

Il gel nei capelli, il riff maledetto che lo fa inginocchiare a terra, lo sviluppo del seno nelle loro compagne di classe. Questi sono i temi fondanti di uno studente del liceo sfaticato che cerca ogni scusa per non fare i compiti, pensando che la vita sia composta di scorciatoie e trucchetti da circo.

La vita però, se seguiamo la morale cattolico-cristiana, ti pone davanti delle sfide che le tue spalle sono in grado di sorreggere: la challenge in questo caso è stata rappresentata da un fratello disabile.

La sindrome di Down, al di là dei curiosi tratti asiatici e della mente piatta, comporta una maggior predisposizione alle malattie, problemi digestivi e un’aspettativa di vita ridotta, oltre ad uno sviluppo cognitivo tardivo e particolare.

Cosa passi nella mente di questi ragazzi è, in buona parte, un mistero: tuttavia, se instradati, possono rendersi utili alla società come camerieri o, nel caso in questione, come soggetto per libri interessanti.

Cosa lo rende speciale

Mio fratello rincorre i dinosauri

MioFratello_cromosoma_03

" data-orig-size="2000,1333" sizes="(max-width: 647px) 100vw, 647px" data-image-title="MioFratello_cromosoma_03" data-orig-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg" data-image-meta="{"aperture":"0","credit":"","camera":"","caption":"","created_timestamp":"0","copyright":"","focal_length":"0","iso":"0","shutter_speed":"0","title":"","orientation":"0"}" width="647" data-medium-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=300" data-permalink="https://cobain86.com/2019/08/23/mio-fratello-rincorre-i-dinosauri/miofratello_cromosoma_03/" alt="MioFratello_cromosoma_03" height="431" srcset="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=647&h;=431 647w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=1294&h;=862 1294w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=150&h;=100 150w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=300&h;=200 300w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=768&h;=512 768w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=1024&h;=682 1024w" class="aligncenter wp-image-9052" data-large-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_03.jpg?w=540" />

Il libro in questione è rimasto in cima alle classifiche per oltre due anni, vincendo premi e stimolando un produttore a realizzare un film su questa storia. Niente male.

Il libro, essendo stato scritto da un diciannovenne in preda ai Nirvana e ai Doors, ovviamente è stato revisionato e corretto da una terza persona, per renderlo pubblicabile da parte dell’editore.

Tuttavia la forza della semplicità (il famoso discorso della complessità risolta) funziona: tralasciando i saluti e le frasi in codice con i suoi amici, di cui non me ne frega assolutamente niente, scopriamo una maturazione del personaggio apprezzabile ed interessante.

Durante la fase dell’adolescenza Giacomo viene guidato dalle sorelle (il mondo viene sorretto dalle donne, ricordiamolo) ad una visione più ampia: non è detto che le cose che TU vuoi insegnargli siano giuste per forza, lasciamolo fare, vediamo come va.

L’approccio, per quanto passivo, sembra dare i suoi risultati: spesso noi tendiamo, basandoci sulla società in cui viviamo, a ragionare in modo dicotomico: giusto/sbagliato, bianco/nero, rosso/verde, corretto/errato.

Ma nulla vieta che, per una persona speciale come il fratello Down Giovanni, ci siano altre 256 possibilità che noi non avevamo considerato. E non è detto per forza che siano sbagliate o non praticabili.

A dimostrazione di quanto affermo riprendo, parafrasando, un passaggio del libro: l’amico di Giovanni è contento di essere Down perché chi lo picchiava e derideva era nato senza cuore.

Ovviamente l’autore ha messo del suo, siamo d’accordo, ma è un pensiero profondo che spinge alla riflessione.

Concludendo

Mio fratello rincorre i dinosauri

MioFratello_cromosoma_02

" data-orig-size="2000,1738" sizes="(max-width: 629px) 100vw, 629px" data-image-title="MioFratello_cromosoma_02" data-orig-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg" data-image-meta="{"aperture":"0","credit":"","camera":"","caption":"","created_timestamp":"0","copyright":"","focal_length":"0","iso":"0","shutter_speed":"0","title":"","orientation":"0"}" width="629" data-medium-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=300" data-permalink="https://cobain86.com/2019/08/23/mio-fratello-rincorre-i-dinosauri/miofratello_cromosoma_02/" alt="MioFratello_cromosoma_02" height="546" srcset="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=629&h;=546 629w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=1258&h;=1092 1258w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=150&h;=130 150w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=300&h;=261 300w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=768&h;=667 768w, https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=1024&h;=890 1024w" class="aligncenter wp-image-9051 " data-large-file="https://cobain86.files.wordpress.com/2019/08/miofratello_cromosoma_02.jpg?w=540" />

La recensione si è dilungata, ne sono consapevole, ma parlare di questi temi in modo frettoloso non mi piace.

Un libro dove un adolescente smette, finalmente, di fare il bimbominchia e si assume le sue responsabilità, tra cui presentare il fratello ai suoi amichetti di chitarra, al suo amore non corrisposto, agli astanti del campeggio.

I genitori di Giacomo, Giovanni, Alice e Chiara [mi chiedo quanti bagni abbiano in casa e i tempi di attesa, ndr] sono due persone splendide: insegnando ai figli il concetto del “si ama quello che viene, non sempre quello che scegli” hanno portato una consapevolezza notevole in casa. Non è da tutti.

Una lettura estiva abbastanza scorrevole, con alcuni passaggi che meritano di essere valorizzati e conservati perché sono utili e preziosi anche nella nostra vita quotidiana.

Consigliato. Vuoi leggerlo? –> Amazon.

Voto: 8/10

Marco


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :