Magazine Sport

MoviolAA Serie A: Kouamé-Reina non è rigore; Mancini la tocca di mano?

Creato il 06 ottobre 2019 da Agentianonimi

Archiviato anche il settimo turno di Serie A, eccoci qui, ancora una volta, con la nostra tanto attesa rubrica MoviolAA Serie A, pronti ad analizzare tutti gli episodi da VAR di giornata.

SPAL-Parma 1-0

Nella gara diretta da Marco Guida, da rivedere solamente la rete annullata nel finale a Gervinho. Infatti, l’attaccante ivoriano deposita la palla in rete al termine di una bella azione offensiva. Tuttavia, richiamato dal VAR, il direttore di gara annulla tutto – giustamente – per via di una posizione irregolare di Inglese.

Genoa-Milan 1-2

Nella gara del Marassi, diretta da Maurizio Mariani, da rivedere i due calci di rigore assegnati. Il primo, quello assegnato ai Rossoneri al ’53: scavetto di Leao e Biraschi che colpisce la palla con il braccio. L’arbitro lascia correre, poi, richiamato dal VAR, decide di assegnare giustamente il calcio di rigore. Rosso diretto per il calciatore del Grifone, che interrompe una chiara occasione da gol con il suo intervento. Al ’93, invece, Kouamé cade in area dopo un presunto contatto con Reina. Per il direttore di gara è calcio di rigore. Richiamato dal VAR, decide di non andare a vederlo. Decisione sbagliata: infatti, Kouamé fa di tutto per cercare un qualsiasi tipo di contatto con il portiere spagnolo che, a sua volta, fa di tutto per evitarlo. Il contatto avviene solamente quando l’ivoriano si è ormai lasciato cadere.

Fiorentina-Udinese 1-0

Nella gara del Franchi, diretta da Gianpaolo Calvarese, da rivedere solamente la rete annullata agli ospiti. Infatti, al ’34, Nestorovski porta in vantaggio i friulani ma, richiamato dal VAR, il direttore di gara annulla la rete per un fallo di mano di Opoku nello sviluppo dell’azione. Decisione corretta.

Bologna-Lazio 2-2

Al Dall’Ara, da rivedere l’espulsione di Gary Medel al ’70. Infatti, inizialmente, il direttore di gara, Daniele Orsato, ammonisce il centrocampista cileno per un fallo di mano da ultimo uomo che impedisce a Correa di proseguire nell’azione. Richiamato dal VAR, poi, opta – giustamente – per il cartellino rosso: Medel interrompe una chiara e limpida occasione da rete.

Roma-Cagliari 1-1

Polemiche e proteste all’Olimpico per la direzione di Davide Massa da parte della Roma. Al ’24, il fischietto di Imperia assegna un calcio di rigore agli ospiti per un presunto tocco di mano di Mancini. L’azione è molto confusa e il direttore gara, inizialmente, lascia correre. Richiamato, poi, dal VAR punisce il tocco dell’ex-Atalanta. Tuttavia, la decisione è piuttosto dubbia: se è vero che il braccio è molto largo, è anche vero che, da alcuni inquadrature, sembrerebbe che la palla tocchi prima il petto del difensore giallorosso. Qualsiasi decisione, probabilmente, avrebbe portato con sé diverse polemiche. Giusto, poi, annullare la rete di Kalinic al ’94: l’ex-Atletico, infatti, spinge in maniera plateale Pisacane contro Olsen.

Inter-Juventus 1-2

Nel big match di giornata diretto da Gianluca Rocchi, ben 3 episodi da VAR. Al ’17, concede un calcio di rigore per i Nerazzurri per un tocco di mano di De Ligt, che anticipa Lautaro su cross di Barella. Entrambe le squadre chiedono il tocco di mano del rispettivo avversario. Il VAR conferma la decisione di Rocchi: De Ligt colpisce la palla con il braccio e la fa carambolare sul braccio di Lautaro. Al ’41, giusto annullare il gol di Cristian Ronaldo: Dybala è in posizione di offside, come viene confermato dal VAR. Al ’73, poi, la Juventus chiede un rigore per un intervento di Brozovic su Bentancur: il contatto c’è, ma è fortuito e avviene solo dopo il tiro del centrocampista uruguaiano che, cadendo, viene travolto dal croato. Giusto lasciare correre. Il VAR conferma. Poi, infine, al ’79,

Andrea Fabris (@andreafabris96)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI

L'articolo MoviolAA Serie A: Kouamé-Reina non è rigore; Mancini la tocca di mano? proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog