Magazine Tecnologia

MSI Alpha 15, la recensione - Recensione

Creato il 16 febbraio 2020 da Intrattenimento

Abbiamo provato il portatile da gioco MSI Alpha 15, prodotto interamente basato sulla piattaforma AMD e pensato per chi cerca un buon rapporto qualità prezzo. Ecco la nostra recensione

Negli ultimi anni il mercato dei portatili da gioco è cresciuto moltissimo, diventando uno dei più interessanti per le aziende attive nel settore. Il segmento gaming è aumentato considerevolmente rispetto agli altri perché, alla passione e alla propensione all'acquisto dei giocatori, si sono aggiunte tecnologie in grado di realizzare prodotti un po' meno sopra le righe di un tempo. Notebook più normali esteticamente, trasportabili e pratici, oltre che performanti. L' MSI Alpha 15 di cui state leggendo la recensione non sfugge a questa logica, anzi la abbraccia in pieno, ma vi aggiunge uno step ulteriore abbandonando l'accoppiata Intel-Nvidia per abbracciare la piattaforma a 7nm di AMD. Una strada quasi per nulla battuta fino a poco tempo addietro, adesso più presente grazie agli sforzi dell'azienda guidata da Lisa Su.

Scelte buone e meno buone

Tolto dalla scatola, l'Alpha 15 si distingue per una sola nota di colore, il logo, mentre la scocca nei toni del grigio lo rende allo stesso tempo un po' anonimo ma anche discreto. Gusti, mentre è innegabile che la qualità delle plastiche utilizzate sia alta e piacevole, tanto alla vista quanto al tatto, così come si può dire lo stesso per le finiture metalliche. Insomma nonostante si tratti di un prodotto da 1299 nella configurazione testata, il feeling è quello di un computer anche più costoso. La connettività è garantita da due USB Type A 3.2, una USB Type C, HDMI, Display Port, jack, lettore di schede ed Ethernet. Manca invece la Thunderbolt 3. Razionale la scelta di mettere la Type C di lato, così da tornare comoda con periferiche come le cuffie, mentre molto meno pratiche sono sul lato opposto, quello destro, le due Type A che, montate troppo in basso, sono un po' scomode se vi si vuole attaccare il mouse cablato e un'altra periferica. Acceso, l'Alpha 15 mette in bella mostra la tastiera Steel Series RGB che, insieme alla luci installate nelle porte, rendono molto meno discreto l'impatto con questo prodotto. Ovviamente la loro accessione e i pattern di illuminazione possono essere regolati: si tratta di un gradevole di più per una tastiera che abbiamo usato per diversi giorni e ci ha sempre lasciato soddisfatti sia quando scrivevamo, sia quando giocavamo. Il track pad è spazioso e ha due tasti fisici con un click preciso, però nel complesso dà l'idea di essere un po' più economico rispetto quello di altri portatili. Che lascia davvero ben impressionati è il pannello TN (ma "IPS level") scelto: sigle e claim a parte, il monitor 15.6" Full HD a 144Hz è reattivo e dotato di colori brillanti, ma anche di un angolo di visualizzazione molto generoso. Con titoli dove possiamo ottenere un alto frame rate e con un look molto colorato, come League of Legends o Rocket League, lo abbiamo trovato davvero ottimo ma in generale tutta l'esperienza visiva ci ha soddisfatto. Tra l'altro è stato montato all'interno di cornici molto sottili e, in generale, in un prodotto che in circa 2.5Kg e con dimensioni di 358 x 249 x 25mm resta trasportabili in giro per tutto il giorno senza soffrire le pene dell'inferno. MSI, come da tradizione, punta molto sul sistema di raffreddamento e in effetti i sette heat-pipes installati mantengono le temperature sempre basse. Di fatto, anche quando sotto stress dopo lunghe sessioni di gioco, la temperatura dell'Alpha 15 non è mai motivo di fastidio o preoccupazione. Diverso il discorso sulle ventole che sono davvero troppo rumorose, anche quando si svolgo normali attività come navigare su Internet e lavorare. Il Dragon Center permette di scegliere tra alcune impostazioni, tra cui un "silenziosa" che però incide sulle performance, ma resta il problema. Buono l'audio stereo che, nonostante sia eccessivamente "leggero" se si analizzano i bassi, per il resto se la cava sufficientemente bene.

Per giocare

La dotazione hardware è molto completa e passa innanzitutto dall'accoppiata firmata AMD: AMD Ryzen 7 3750H e Radeon RX 5500M sono i prodotti più interessanti disponibili per i notebook ad oggi tra quelli che l'azienda ha creato a 7nm, qui accompagnati da 16GB di Ram e un SSD da 512GB. La scheda si posiziona come un prodotto un po' più che entry level: noi abbiamo giocato molto bene a tutti quei giochi, come LoL ma anche CS:GO, Runeterra e Starcraft II che non fanno della prestanza grafica il loro punto di forza, mente giocando ai vari Red Dead Redemption 2, GTA, Resident Evil 2 e The Witcher 3, siamo sempre riusciti a tenere valori tra i 30 e i 60 fps, ma dovendo scendere a compromessi con le impostazioni. Forse sul mercato ci sono portatili che, ad un prezzo simile, riescono ad offrire una dotazione migliore in quanto a CPU e GPU, quindi anche a performance, però c'è da sottolineare nuovamente quanto MSI abbia lavorato per creare un pacchetto equilibrato che includesse un pannello buonissimo, una dotazione di porte niente male e anche uno storage SSD piuttosto capiente. La batteria invece ci è sembrata allineaneata a quanto visto nei più recenti portali da gioco.

PRO

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Ottimo pannello
  • Buono per giocare ma anche per il lavoro quotidiano

CONTRO

  • Troppo rumoroso
  • Allo stesso prezzo forse ci sono portatili che offrono CPU e GPU migliori

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog