Magazine Informazione regionale

Napoli, la Commissione Welfare sull’ Osservatorio per la Salute e la Sanità

Creato il 07 marzo 2018 da Vivicentro @vivicentro
Nuovo incontro della Commissione Welfare sul l’istituzione dell’Osservatorio Comunale per la Salute e la Sanità nella città di Napoli

Napoli – Presieduta da Maria Caniglia, la Commissione Welfare ha incontrato nella giornata di oggi l’assessora Roberta Gaeta per discutere di alcuni punti della bozza per lai delibera per l’istituzione dell’Osservatorio Comunale per la Salute e la Sanità.

In seguito alle osservazioni fatte pervenire dalla commissione Welfare suoi componenti della bozza di delibera per l’istituzione dell’Osservatorio Comunale per la Salute e la Sanità, si è svolto nella giornata di oggi un confronto sull’ultima versione redatta del documento.

Come ha precisato l’assessora Gaeta in apertura, sono state recepite le indicazioni per ampliare ulteriormente l’elenco dei componenti dell’Osservatorio inserendo, tra le altre, le figure del cardiologo, di un veterinario comportamentista, di un rappresentante delle associazioni per la tutela degli animali. Ulteriori suggerimenti sono stati forniti oggi dai consiglieri intervenuti: Francesca Menna (Movimento 5 Stelle) ha proposto di inserire tra i componenti dell’Osservatorio degli esperti capaci di monitorare sugli stili di vita, sui regimi alimentari, ma anche specialisti in medicina delle migrazioni. Per la presidente Caniglia è invece necessario prevedere quelle figure che, in particolari situazioni emergenziali possano meglio rappresentare le problematiche dei territori, come ad esempio gli specialisti in otorinolaringoiatria per i fenomeni ambientali, prevedendo comunque una più accurata distinzione tra esperti e volontari per la partecipazione ai tavoli tecnici.

Per l’Assessora è necessario che l’Osservatorio rappresenti uno strumento snello e flessibile di consultazione, capace di tradurre in chiave tecnica e amministrativa le istanze rappresentate. A tal fine sono utili tutte le indicazioni fornite dai consiglieri: massima attenzione verrà data dall’Osservatorio non tanto agli stili di vita – condividendo su questo punto un’osservazione critica del consigliere Rinaldi (Dema) – ma alla condizione sociale complessiva nella quale si sviluppano le patologie, per assicurare a questo organismo la massima capacità di aprirsi alle diverse questioni ed essere pienamente funzionale.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, la Commissione Welfare sull’ Osservatorio per la Salute e la Sanità


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog