Magazine Informazione regionale

Napoli, operaio ‘CUB’ sale su una gru al Centro Direzionale: “Non scendo”

Creato il 02 maggio 2018 da Vivicentro @vivicentro
“Comune e Regione se ne lavano le mani”

Giovanni D’Errico ha 50 anni ed è il leader della lotta dei senza lavoro CUB di Acerra, il Consorzio Unico di Bacino di gestione dei rifiuti,  rimasti da anni privi di salario e senza incarichi. All’alba di questa mattina è salito da solo sulla gru del cantiere del Centro Direzionale di Napoli dove ora si trova seduto a circa trenta metri di altezza.

Il 50enne protesta perchè il consorzio è ormai in liquidazione, e lui come gli altri dipendenti non percepiscono lo stipendio da anni. Una volta salito sulla gru, D’Errico ha urlato: “Da qui non scendo. Comune di Acerra e Ragione Campania fanno lo scaricabarile con il risultato che la nostra situazione non cambierà. Il Comune intanto se ne lava le mani facendo una delibera di richiesta alla Regione ma non vuole fare niente di concreto per avviare progetti e iniziative in grado di dare un segnale positivo sul fronte della lotta territoriale alla povertà e alla disoccupazione. Dal canto suo poi la Regione sta a guardare e non avvia piani credibili finalizzati al riutilizzo di coloro che hanno perso il lavoro proprio stando alle sue dipendenze”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli, operaio ‘CUB’ sale su una gru al Centro Direzionale: “Non scendo”


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog