Magazine Informazione regionale

Napoli sotterranea, scatta il sit in dopo le molestie: udienza rinviata al 3 luglio

Creato il 25 giugno 2018 da Vivicentro @vivicentro
Al centro della bufera ci sarebbe il presidente di Napoli sotterranea

Le accuse sono pesanti e parlano di violenze psicologiche e sessuali. Al centro della vicenda ci sarebbe Vincenzo Albertini, presidente di Napoli Sotterranea, accusato da una ragazza che ha lavorato nel sito di piazza San Gaetano.

Oggi all’esterno del tribunale di Napoli i ragazzi dell’ex Opg hanno dato vita a una protesta in sostegno di Grazia, la giovane che (come lei stessa ha dichiarato) ha da poco trovato il coraggio di denunciare quanto le sarebbe accaduto all’interno delle cavità tufacee che funsero da ricovero bellico durante la seconda guerra mondiale.
L’udienza preliminare di oggi è stata rinviata a causa dello sciopero degli avvocati penalisti. Sui social ieri era stato annunciato il sit-in dei ragazzi dell’ex Opg e, attraverso un video, era stata resa pubblica la vicenda delle presunte molestie.
Intanto, Grazia racconta: “Oggi ci aspettavamo questo rinvio ma la prossima data e a breve. Torneremo qui il 3 luglio e speriamo di poter iniziare questa battaglia in cui ripongo fiducia. Non è facile affrontare questa situazione ma spero di poter presto poter provare quanto sto affermando da tempo”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Napoli sotterranea, scatta il sit in dopo le molestie: udienza rinviata al 3 luglio


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :