Magazine Medicina

Negli USA cellule staminali cordonali utilizzate nel trattamento dell’aprassia

Creato il 25 maggio 2016 da Conservazionecordoneombelicale @SorgenteSalute

Negli Stati Uniti il caso di una bambina malata di aprassia che si è sottoposta a un trapianto di cellule staminali cordonali e che sta riscontrando miglioramenti nel suo stato di salute.

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

La possibilità di conservare in un’apposita biobanca le cellule staminali cordonali esiste già da alcuni anni; ciò che è nuovo però è il numero sempre crescente di malattie e patologie che queste cellule staminali sono in grado di trattare in  bambini e adulti.

Moltissime sono ormai le ricerche che confermano l’efficacia delle staminali cordonali nel trattamento di autismo e paralisi cerebrale nei bambini e del morbo di Alzheimer e di Parkinson nei soggetti più anziani. La conservazione del sangue cordonale dunque può essere paragonata a una sorta di polizza di assicurazione sulla vita di un bambino, perché può arrivare a salvare vite umane.

Dagli Stati Uniti (e in particolare dal New Jersey) viene la storia di Rebecca, una bambina a cui, a soli due anni, è stata diagnosticata l’aprassia, una malattia per la quale il cervello ha difficoltà nel muovere le parti del corpo necessarie per parlare (labbra, lingua e mascella). Negli ultimi sei mesi Rebecca si è sottoposta a due infusioni di sangue del cordone ombelicale, che era stato prelevato e conservato in una biobanca a Tampa a partire dalla nascita della piccola. I trattamenti stanno dimostrando la loro efficacia.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :