Magazine Cultura

"Nelle terre del Nord: il destino di Godric" di Elisabetta Vittone

Creato il 02 febbraio 2011 da Sararota

"Nelle terre del Nord: il destino di Godric"
di Elisabetta Vittone
MEF Edizioni
pagg. 119
€ 11.50

Attraverso questo libro l’autrice Elisabetta Vittone ci accompagna a vivere l’ambiente di un romanzo epico e storico, attraverso immagini fantastiche vissute nelle esperienze dei protagonisti.

Protagonista principale della vicenda è Godric, un giovane barone, in cerca della sorella Hetel, rapita durante una razzia in cui i genitori hanno sfortunatamente dovuto sopperire alla morte.

Essendo la ricerca piuttosto faticosa, difficoltosa ed irta di pericoli, accanto a Godroc compare un altro personaggio: il barone di Jorvik, che accompagnerà quest’ultimo nelle terre del Nord, sacrificandosi al posto di Godric stesso, il quale però non potrà sottrarsi alla morte che il destino gli ha predestinato, nemmeno dopo essere venuto a conoscenza della verità, ossia che in realtà Hetel non è stata rapita da nessuno, ma se ne è andata per amore del giovane Robert.

Anche Hetel inoltre cela dentro sé un dolce segreto, per il cui amore deciderà di sacrificare in parte la sua felicità; al fine di scoprire i misteri che il fato pure a lei ha prefissato.

In “Nelle terre del Nord: il destino di Godric” ogni personaggio dovrà lottare con il proprio animo, con se stesso, con le scelte che ha compiuto e che ancora deve compiere, per poi comprendere appieno la propria vita.

Tutta l’opera è scritta in modo da coinvolgere il lettore, cambiando spesso le scenografie ambientali ed il narratore stesso.

Attraverso questo libro l’autrice fa trasparire la propria passione per l’epoca medioevale in un’Inghilterra di dominazione normanna; luogo in cui, anche per il lettore, sarà impossibile riemergere; non prima di aver assaporato ogni singola parte delle vicende narrate.

Il finale poi sembra essere non pienamente definito, in grado di lasciare quella suspence che fa esprimere a chi legge la voglia di un immediato seguito.

Il libro è inoltre scritto in un italiano scorrevole, privo di errori, con tratti storici ben evidenti; un libro capace di emozionare chi ancora crede alle storie d’amore ed ai legami familiari.

Un libro assolutamente da non lasciarsi sfuggire per la chi ama la storia e la sua originalità.

Recensione di Sara Rota


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Giu al nord (sud)

    Milano stazione centrale sul binario uno non stirato di piu.iphone auricolare."allora il corrado lascia l'ibm per la cisco...fagli i complimenti". Km dopo. Leggere il seguito

    Da  Cielosopramilano
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Milano? No, nord Africa

    Milano? nord Africa

    I lettori con la memoria migliore, forse, ricorderanno il nome di Matteo Giagnacovo, gli altri, invece, lo scopriranno oggi.Ad ogni modo, di Matteo e del suo... Leggere il seguito

    Da  Paolo Franchini
    CULTURA
  • Ultracafonal - Elisabetta Gregoraci

    Ultracafonal Elisabetta Gregoraci

    Guardate la foto qui sotto e non soffermatevi su quelle chiappe ben tornite e senza un filo di cellulite; guardate al centro e immediatamente vi accorgerete di... Leggere il seguito

    Da  Alboino
    CULTURA
  • Due Novità Della Nord!!

    Novità Della Nord!!

    Vi presentiamo due nuove novità della Casa Editrice nord: L’Altare Delle Eden, di James Rollins, uno dei autori d’avventura più amati dai lettori e la Sposa E L... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    LIBRI
  • Anteprime Casa Editrice Nord!

    Anteprime Casa Editrice Nord!

    Due incredibili uscite ci aspettano in libreria dal 14 Aprile grazie alla casa editrice Nord. Manel Loureiro_APOCALISSE Z: I GIORNI OSCURI Titolo originale:... Leggere il seguito

    Da  Flavia
    CULTURA
  • Pasquetta in Nord Africa

    Pasquetta Nord Africa

    Cosa li avrà fatti spaventare così tanto? Hanno visto tutto il film oppure solo Laura Esquivel? I hurt myself today. Stavo pensando di farmi del male ed ero... Leggere il seguito

    Da  Cannibal Kid
    CULTURA
  • a sud di nessun nord...

    nessun nord...

    «Non gli restava che intrufolarsi su per le scale della pensione. Piero non aveva capito mai con precisione le regole degli alberghi. Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA