Magazine Attualità

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

Creato il 22 novembre 2019 da Candidonews @Candidonews

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

Il mondo dello streaming tv sta per cambiare. Il dominio di Netflix e di Amazon Prime Video è destinato a cadere e molte quote di mercato saranno inevitabilmente cedute ad altri operatori in entrata. Primi fra tutti Disney ed Apple. E se per Amazon, il settore streaming è strategico ma non determinante, per Netflix, azienda pioniera del servizio, rappresenta l'unica fonte di profitto ed è quindi quest'ultima che rischia di subire un grande ridimensionamento. Ma andiamo con ordine.

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

Già quest'anno la società di Los Gatos ha visto ridurre la crescita di abbonati. Complice forse il rialzo dei prezzi. Netflix resta comunque la piattaforma di streaming leader di mercato negli USA ed all'estero, con quasi 160 milioni di abbonati. Il gruppo guidato da Ted Sarandos continua a lanciare produzioni originali, proseguendo la sua sfida a Hollywood, come mostra "The Irishman", l' ultimo film di Martin Scorsese, nelle sale per qualche giorno e disponibile poi solo sulla piattaforma dal 27 novembre.
Costo: 12,99$ al mese
Investimenti 2019: con 15 miliardi è l'azienda che investe di più ma che, per via del lancio delle altre piattaforme, dovrà privarsi di molti prodotti ora disponibili per gli abbonati. Alcuni esempi: NBCUniversal è pronta a spostare "The Office" sul suo servizio di streaming nel 2021. "Friends", di proprietà di Warner Bros, di AT&T, lascerà Netflix per HBO Max il prossimo anno. E gli spettacoli di proprietà della Disney attualmente su Netflix, come "Grey's Anatomy", si sposteranno dalla piattaforma una volta scaduti i contratti.

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

È una società molto più grande di Netflix e non ha il suo core-business nello streaming. E' un colosso quasi Disney ed ha maggiore esperienza di Apple nei servizi di streaming a pagamento.
La società di Jeff Bezos ha un pubblico potenziale di 100 milioni di utenti, i proprietari di abbonamento per le spedizioni a domicilio.

Investimenti 2019: 6 miliardi, con progetti ambiziosi per il futuro, tra il 2020 e il 2021 dovrebbe lanciare una epica serie sul Signore degli Anelli, che sarà probabilmente la più costosa mai realizzata e che punta a essere la nuova Game of Thrones.

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

Novembre 2019 resterà nella storia del mondo dello streaming per le i due grandi ingressi. Apple e Disney. L'azienda di Tim Cook, da inizio mese, ha lanciato la sua TV+, il servizio on demand che si presenta con nove nuove serie tv tra cui spicca "The morning show",con Jennifer Aniston e Reese Witherspoon . Avviate anche diverse collaborazioni con icone di Hollywood come Steven Spielberg e la regina dei talk show Oprah Winfrey .

Platea: 900 milioni di utenti potenziali, ovvero i possessori di un iPhone
Costo: solo 4,99 $ al mese.
Investimento 2019: 6 miliardi, con la mission finale di usare lo show business per rafforzare le entrate da servizi, mentre le vendite dell' iPhone calano: -14% annuo.

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

L'azienda di Topolino ha aperto le danze il 12 novembre con nuovi contenuti come "The Mandalorian" e soprattutto l'enorme videoteca di film e telefilm che comprende i classici Disney, Pixar, i cinecomics della Marvel, Star Wars, National Geographic e Fox .
Costo: 6,99 dollari al mese,
Investimento 2019: 11 miliardi, con la sicurezza di restare in perdita almeno fino al 2024 ma l'obiettivo di ritagliarsi una importante fetta di mercato.
HBO, NBC, HULU

#Netflix #Amazon #Disney #Apple: la sfida dello streaming è iniziata!

E non finisce qui perché nella primavera 2020, come detto prima, arriveranno Hbo Max del gruppo Warner media posseduto dalla telecom At&t e Peacock di NbcUniversal, di proprietà di Comcast che scommetterà sulla gratuità assoluta ma con pubblicità. Senza contare Hulu, il servizio on demand disponibile solo in Stati Uniti e Giappone ma le cui produzioni sono diffuse in tutto il mondo. Una su tutte: The Handmaid's Tale.

ED IN ITALIA?
(Netflix, #AmazonPrimeVideo, #Timvision, #NowTv -Sky, #Infinity-Mediaset, Eurosport Player e #Dazn) siamo ad 8 milioni di abbonati. Considerando anche i video free (Youtube, Railplay, Mediaset play etc) si arriva a 26 milioni di spettatori. Le Pay-tv sono al momento al 48% del mercato, lasciando alla tv free il restante 52. Ed all'interno delle pay, il 61% sarà presto appannaggio delle tv on demand. (Forbes)

NON C'E' POSTO PER TUTTI
Insomma, un mercato 'pompato' a dismisura negli ultimi anni, basti pensare che nel 2019 vanno in onda quasi 500 serie di show televisivi prodotti in America, in streaming e sui canali tradizionali, più del doppio di dieci anni fa. Proprio perché pompato, si andrà incontro a cambiamenti radicali nei prossimi anni e probabilmente non tutti i servizi di streaming riusciranno a sopravvivere.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog