Magazine Cultura

Nocturnia and me!

Creato il 10 settembre 2019 da Nickparisi
E così rieccoci qua!
Dopo un' assenza di parecchi mesi riprendo a bloggare, presto ci saranno cambiamenti anche nella grafica e nelle rubriche. Ho deciso però in questo caso di riprendere per gradi, un passettino alla volta principalmente voglio tornare a divertirmi quindi questo sarà davvero un ritorno soft e slow. Magari con uno o max due post alla settimana ed interventi graduali nella struttura.
NOCTURNIA AND ME!
Prima di andare avanti, avevo chiesto ad alcuni amici di esprimere i loro pareri su Nocturnia, cosa pensavano del blog, i motivi per i quali lo seguono e magari anche le cose che apprezzavano di meno. Ecco le risposte ricevute, ve le propongo in rigoroso ordine di arrivo. Ringrazio gli amici che mi hanno inviato i loro commenti.
Se ne avete voglia sentitevi liberi di farlo anche voi...
Mi eravate mancati gente!


Davide Del Popolo Riolo:
"Nocturnia è utilissima, a volte indispensabile : recensioni, interviste, anticipazioni, pagine di storia sconosciute e stimolanti. È sempre molto interessante e credo che per un appassionato di fantascienza e affini sia irrinunciabile."
Cristiana Astori:
"All'estero , in particolare in America e nel Nord Europa, c'è il culto del fantastico in tutte le sue declinazioni, dall'horror al gotico. Purtroppo in Italia, anche per via della matrice neorealista che ha influenzato il cinema e la letteratura, del genere si parla poco e spesso in modo amatoriale. La stessa cosa non si può dire di Nocturnia, il blog curato da Nick Parisi, che tratta del fantastico e dell'insolito in tutte le sue declinazioni in modo approfondito e documentato. Per "deformazione professionale" tra i miei pezzi preferiti ci sono quelli riguardanti i film perduti e i misteri legati al mondo del cinema, che spesso mi hanno sorpreso e che ho tesaurizzato come futuro spunto di ispirazione. Nick lo sa bene, questo è un mio tormentone... ma i pezzi di Nocturnia sono così professionali e ben scritti che sarebbero perfetti per essere raccolti in un volume cartaceo da tesaurizzare nella mia libreria insieme ai saggi e ai romanzi migliori!"
Valeria Barbera:
"Ho scoperto Nocturnia qualche anno fa. Vedevo i miei amici condividerne gli articoli su Facebook parlandone molto bene e mi sono incuriosita.
Ho trovato contenuti interessanti, che trasudano passione e professionalità da ogni rigo.
Leggendo gli articoli salta all’occhio una fondamentale verità: Nocturnia non sarebbe la stessa cosa se dietro non ci fosse Nick Parisi, la cui origine napoletana, inoltre, mi rende ancora più orgogliosa. Persone intelligenti, acute e conoscitrici del fantastico come lui sono rare, soprattutto in Campania. Ha avviato Nocturnia per passione e nel tempo l’ha trasformato in un sito di riferimento del settore, quindi tanto di cappello.
I miei articoli preferiti sono i dossier sui casi di cronaca del passato che spesso giacciono irrisolti o sui fenomeni misteriosi che si prestano a molteplici spiegazioni.
Nick Parisi è molto bravo a raccontarli in maniera avvincente, competente e intrigante, senza mai indulgere in conclusioni affrettate e bizzarre, ma sempre mantenendo i piedi per terra, come un vero investigatore. Mentre analizza i casi con occhio clinico, viene facile immaginarlo nelle vesti di un Carlo Lucarelli del fantastico.
Anzi, non sarebbe male se qualche rete televisiva gli desse spazio per un programma tutto suo. La butto lì, chissà che un giorno il mio augurio non diventi realtà.
Intanto, Nick, continua così."
Dario Tonani:
"Passione, competenza e uno sguardo che si spinge sovente fuori dai confini augusti del mondo editoriale italiano. E quel pizzico di taglio personalistico che lo differenza da molte piattaforme che hanno come tema il fantastico. E' un po' tutto questo "Nocturia" di Nick Parisi: un contenitore di spunti per riflettere - con garbo e leggerezza - su un genere a volte tendenzialmente autoreferenziale. Se mi permettete un azzardo, in epoca di blog e social sguaiati mi ricorda la voce di una una radio che ci fa compagnia...".
Fabio Lastrucci:
Nocturnia, per quanto mi riguarda, è uno dei punti di riferimento più rassicuranti del ribollente milieu del fantastico sul web. Rassicurante perché c’è , resistendo agli impegni quotidiani, all’impegno continuativo che richiede una pagina aggiornata e attenta a quel che succede, alla voglia di chiudere baracca e burattini per andarsene a passeggio senza una meta.Rassicurante perché da anni il buon Nick Parisi, come uno scafato prestigiatore, ci sa sempre intrigare e sorprendere tirando fuori dal cilindro un pezzo documentatissimo e ricco di suggestioni su un pazzesco vampiro metropolitano oppure su fantasmi che di creepypasta ci fanno spuntini e insalate di rinforzo. Osservatorio inesausto del weird, Nocturnia guarda al mondo come a un libro dai mille messaggi criptati, coinvolgendo il lettore nelle sue crepuscolari cacce al tesoro, dove il premio è uno scrigno di sogni, col piacere di sentirsi parte di una bizzarra comunità di alieni che parlano la stessa lingua. Rassicurante, infine, perché al contrario delle arene mediatiche, col suo stile impeccabile da gentlemen’s club, da ospita discussioni, ma non polemiche, e i flame li smorza con la pacatezza di chi senza esibizionismi critici da narciso della tastiera cerca il dialogo e non la rissa.Nell’ecosistema internettiano, siti come nocturnia sono spazi liberi dove respirare una boccata d’aria in buona compagnia, lontani dal frastuono, eppure al centro degli eventi. Se non siete già in orbita a cavalcioni di un satellite, la corsa vale senza dubbio il prezzo del biglietto, cioè prendersi la briga di fare “click” su http://wwwwelcometonocturnia.blogspot.com/ . C’è già la fila... io un pensierino ce lo farei.​
Maico Morellini:
Il mondo del fantastico italiano è vasto, complesso, sfaccettato e pieno di sfumature. Basta avere un po' di curiosità e grattare appena la superficie della cose per scoprire che è così. Ci sono Editori che si impegnano per dare spazio alle molteplici voci lo animano. Ci sono Autori che con serietà danno il loro contributo offrendo una selezione davvero vasta (e di qualità) di storie a cui gli appassionati possono attingere.
E poi c'è un altro lavoro dietro le quinte. Quello dei blog di settore, dei portali che cercano di proporre coordinate a chi vuole navigare nel grande oceano del fantastico italiano. Nocturnia è uno di questi. Con pazienza, passione e sincerità Nick ha sempre cercato di aprire una finestra (o un oblò) sulle acque della fantascienza, dell'horror, del fantasy, del weird italiani. Ha intervistato, ha proposto notizie, ha offerto la visibilità del suo portale a chiunque avesse voglia di rispondere alla curiosità che lo anima.
Un lavoro meritorio, che si è guadagnato nel tempo il mio rispetto e i miei ringraziamenti.
NOTA: 
Inizialmente nel post avevo intenzione di inserire un breve intervento nel quale spiegavo i motivi che mi avevano portato a sospendere Nocturnia, però al momento di passare dalle intenzioni ai fatti mi sono reso conto che qualsiasi cosa avessi scritto sarebbe stata comunque riduttiva
Avrò scritto e cancellato quanto da me pensato almeno una decina di volte, niente mi appariva definitivo. Quindi ho deciso di lasciare le cose così e che ognuno si faccia e si conservi le sue idee in proposito
Per chi vorrà ne potremo sempre parlare dentro ai commenti, in maniera molto più rilassata
Nei prossimi giorni tornerò a visitare i vostri blog con regolarità. Per il resto ho ancora voglia di provare a divertirmi, la passione è ancora tanta e del blog sentivo la mancanza quindi riprendiamo da dove avevo lasciato.
Ben ritrovati Gente!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog