Magazine Attualità

Non la fanno abortire e lei muore. Il caso di Savita riapre le discussioni in materia di interruzione di gravidanza.

Creato il 15 novembre 2012 da Vittorionigrelli @vittonigrelli

Irlanda, 15 Novembre 2012.
Non la fanno abortire e lei muore. Il caso di Savita riapre le discussioni in materia di interruzione di gravidanza.Savita Halappanavar è la 31enne irlandese di origini indiane il cui caso ha riacceso i dibattiti in materia di interruzione di gravidanza. La giovane donna era alla 17esima settimana e aveva più volte chiesto la possibilità di abortire, aveva più volte descritto dei malesseri che l’avrebbero comunque condotta ad un aborto. Dolori vari, soprattutto alla schiena, molto forti che l’avevano fatta insospettire.
La risposta dei medici però è sempre stata negativa, “siamo in un Paese cattolico e fintanto che il cuore del feto batte, noi non possiamo fare niente“. Aborto negato per motivi religiosi, dunque. Savita ha ripetuto più volte che lei non era né irlandese né cattolica, ma questo non è servito.

La giovane donna è morta di setticemia (un’infezione sanguigna, N.d.R.) a una settimana dal ricovero, il 28 Ottobre. Il feto era stato asportato il 23 Ottobre, dopo che il suo cuore aveva smesso di battere, proprio come prescrive la legge irlandese.
L’ospedale ha richiesto l’apertura di un’indagine che inizierà non appena sarà possibile parlare con i parenti di Savita, che al momento sono in India per celebrare i funerali tradizionali.

Il caso di Savita Halappanavar sta riaprendo quella frattura sul fronte dell’aborto che si risana in maniera temporanea di tanto in tanto. La possibilità di abortire non è negata dalla legge cattolica dell’Irlanda del Nord, ma solo nel caso questo intervento possa salvare la vita della madre. Ciò non toglie che in casi limite, come si può definire quello della 31enne Savita, si debba concepire un cosiddetto “strappo alla regola“, onde evitare che si arrivi a una tragedia simile. Volendo salvare un feto a rischio si è persa anche la madre.
Chi si salva? Forse solo il moralismo dei “ben pensanti”.

Veronica Sgobio



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Irlanda: la morte di Savita e i peccati capitali mai rimessi. I crimini religios...

    Irlanda: morte Savita peccati capitali rimessi. crimini religiosi tipo nazista connivenza Sistema.

    «Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto... Leggere il seguito

    Da  Rosebudgiornalismo
    ATTUALITÀ, POLITICA, SOCIETÀ
  • Perchè non scorderemo il 2012

    Perchè scorderemo 2012

    Il 2012 è stato un anno pieno di fatti ed eventi significativi. Ecco alcuni dei più importanti, suddivisi per mesi. GENNAIOStandard Poor's declassa il rating... Leggere il seguito

    Da  Andrea86
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Il cinico non ha onore

    Il capitano della Roja Iker Casillas protagonista di un gesto di sportività. Siamo ormai ai minuti di recupero della finalissima di Euro 2012, e gli spagnoli... Leggere il seguito

    Da  Ileon1965
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Il buon medico non obietta

    buon medico obietta

    Obiezione di coscienza no! È arrivato il momento di scegliere se tutelare l’autonomia del professionista sanitario (e quindi, del ginecologo, dell’anestesista... Leggere il seguito

    Da  Malpaese
    OPINIONI, POLITICA, SOCIETÀ
  • Il Sangue non Dimentica

    Sangue Dimentica

    lle pendici del Monte Barca, il 22 Luglio 2012 si svolgerĂ  la celebrazione a ricordo dei 27 giovani eroi partigiani e delle 13 vittime civili caduti per gli... Leggere il seguito

    Da  Fantanet
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Il gioco del "NON è"...

    gioco "NON è"...

    Un'ECCEZIONALE rassegna di dichiarazioni "differenziali" da parte dell'Euro-Armata Brancaleone... Ma la colpa naturalmente... è tutta di Moody's, del complotto... Leggere il seguito

    Da  Beatotrader
    ECONOMIA, SOCIETÀ
  • Non fermate il jazz

    fermate jazz

    Nella foto: il Castello di Roccella Jonica (RC) E’ ancora Roccella Jazz “Rumori Mediterranei”. Dopo il tam tam dei mesi scorsi che ha fatto temere per la... Leggere il seguito

    Da  Jenny76
    CULTURA, SOCIETÀ