Magazine Informazione regionale

Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi bus

Creato il 10 agosto 2019 da Romafaschifo
Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi bus
Il 1 agosto a Tor Bella Monaca, il 6 agosto al Corviale, l'8 agosto a Casal Bruciato, il 9 agosto ad Acilia e nei prossimi giorni chissà dove... Non conosce requie il tour agostano della sindaca di Roma Virginia Raggi che non avendo nulla da raccontare ai cittadini, non avendo un progetto, non avendo - cosa ancor più grave - l'ombra di mezza idea per il futuro e di mezzo risultato sta facendo il road show della città per presentare alcuni autobus nuovi che dopo tre anni di figuracce (vedasi i famigerati bus israeliani) stanno iniziando piano piano a sostituire una piccola, piccolissima parte dei carri bestiame di Atac. 
Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi bus
Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi bus
Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi bus

Dove sarebbe la notizia non si sa, ma Raggi sta trasformando tutto questo in una specie di patetico carosello quotidiano. Con tanto di tappeto del discount allestito ogni volta a favor di cinepresa per ospitare sotto il solleone il comizietto di prammatica. Una roba di una tristezza senza senso. Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi busMa le cose tristi e patetiche dei politici solitamente sono inutili e tutto finisce lì. Qui invece la storia è anche dannosa. Innanzitutto è una presa per i fondelli - come ti sbagli!? - verso i cittadini. Raggi finge di girare le periferie per presentare i bus che saranno poi utilizzati nel quartiere. Ma è una montatura buona per i fotografi, peccato che le fotografie però mostrino i numeri di codice delle vetture e che così ci si possa facilmente accorgere che il bus 1302 è stato usato sia a Corviale sia Torbella; idem per il 1304 che però s'è sparato pure Acilia; il 2312 è stato usato a Torbella e a Casal Bruciato mentre il 2224 è stato usato a Corviale e a Torbella. Sono gli stessi, come gli aerei di Mussolini. Basta guardare foto e filmati pubblicati dalla sindaca stessa e appuntarsi i numeri di serie dei mezzi. Non è che va coi bus dedicati a quel territorio e li lascia lì, no, va con la nuova fantastica invenzione di questi bus da parata, sempre loro, fingendo di lasciarli. Servono solo a favore di telecamere e fotografi.Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi busMa la cosa più grave non è neppure questa, questa è una cosa ridicola ma non grave. Grave invece è il codazzo imbarazzante che, tutto attorno alla micidiale imitazione di tappeto persiano del Mercatone Uno, accompagna la Sindaca come una trista clacque. Decine di persone costrette a rubare lo stipendio per far da comparse meste in un rito stanco, ripetuto in ognuno dei citati quartieri deserti, torridi d'agosto; tra queste decine di autisti a arricchire la parata. Quegli stessi autisti che invece di dilapidare giornate così potrebbero stare a guidare la metro e gli autobus che non riescono in questi giorni ad erogare un servizio neppure lontanamente raffrontabile alla decenza.

Non smettono di imbrogliare manco a Ferragosto. L'assurda storia dei nuovi busDi fronte ai tanti che hanno criticato questa presentazione da cinegiornale, da Settimana Incom, da Istituto Luce alla matriciana col tappetaccio persiano il Movimento 5 Stelle ha risposto col solito tono istituzionale. Parlando di "Calippo" (!?), di "nemici della contentezza" (!!??) e spiegando che l'iniziativa è fatta per far sì che i cittadini possano "toccare con mano" (hanno scritto proprio così) i nuovi autobus perché sono stati pagati con le tasse dei cittadini stessi. Già, anche gli autobus di Vienna, di Parigi, di Madrid o di Berlino son pagati con le tasse dei cittadini ma queste pagliacciate non sarebbero neppure lontanamente pensabili. Proprio in questi giorni a Londra - dove gli autobus sono gestiti da privati ma il trasporto su ferro è pubblico - hanno inaugurato alcuni nuovi treni su una importante linea della Overground, la metropolitana scoperta che supporta la Tube su alcune tratte. Il sindaco Sadiq Khan ha deciso di offrire un mese di viaggi gratis ai cittadini. Questo sì che serve a "far toccare con mano" la novità, evita buffonate e parate stile anni Trenta e soprattutto invoglia a prendere il mezzo pubblico anche chi non lo fa ancora. Una differenza, una delle tante, tra una amministrazione semplicemente normale ed una accolita di ciarlatani come non si era mai vista e come speriamo non si vedrà più.(Altri articolo su questo stesso tema qui e qui)

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog