Magazine Carriere

Non solo tecnologia. L’innovazione e la creatività nascono dall’interazione tra le persone

Creato il 06 aprile 2016 da Propostalavoro @propostalavoro

board-1273128__180Dove nascono le nuove idee, quelle che generano innovazione e lavoro? I più recenti studi dimostrano come sia l'interazione tra gli individui – in particolare quando sono coinvolti lavoratori creativi – a produrre le opportunità di circolazione della conoscenza che innescano quei meccanismi di apprendimento che favoriscono l'innovazione e la produttività. L'effetto diffusivo del sapere è – insieme alla massiccia presenza dei "venture capitalist" e alla densità del mercato del lavoro – il principale fattore del successo degli hub  innovativi, ed è anche la spiegazione del perché i brevetti similari siano concentrati in determinate aree geografiche e non in altre: per quest'ultimo aspetto entrano inoltre in gioco i flussi di sapere che vanno oltre i confini aziendali e riguardano i contesti territoriali.

Allora cosa  ne facciamo del lavoro agile, e di tutti gli strumenti tecnologici che dovrebbero consentirci di lavorare a distanza di centinaia o addirittura di migliaia di chilometri come se fossimo nella stessa stanza? Beninteso, si tratta di strumenti fondamentali. La possibilità di realizzare l’attività lavorativa in tutto o in parte al di fuori dei locali aziendali, attraverso l’utilizzo di dispositivi tecnologici che permettono la connessione perpetua, è senza dubbio uno dei tasselli indispensabili per la costruzione di un mercato del lavoro moderno, in particolare in un'ottica di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro. Gli strumenti tecnologici offrono straordinarie possibilità di comunicazione e condivisione delle informazioni, come mai era accaduto nella storia dell'umanità: i fatti però dimostrano come tali strumenti non possano sostituire l'interazione diretta tra gli individui e come la distanza geografica inibisca la circolazione  delle idee persino all'interno di una stessa azienda.

Le idee creative nascono dal confronto diretto tra le persone, e queste generano quell'innovazione che è

meeting-1219530__180
alla base della crescita della produttività e che genera occupazione. Questo è uno dei motivi principali che spingono le imprese innovative a collocarsi negli stessi contesti territoriali, una accanto all’altra: così come avere colleghi di lavoro validi, con i quali è possibile confrontarsi, così essere in luoghi nei quali sono presenti aziende simili, concorrenti o meno, incentiva la creatività di imprese e lavoratori. La stessa logica della condivisione degli spazi in azienda – la quale agisce da incentivo al confronto e quindi alla creatività – si sta trasferendo oggi ad esperienze innovative come quella del coworking, un fenomeno nato in California e che oramai si sta diffondendo in tutti gli Stati Uniti. Negli spazi di coworking imprenditori, artisti e lavoratori autonomi utilizzano in affitto uffici e spazi in uno stesso stabile, lavorando ognuno al proprio progetto, in un contesto che offre la possibilità di scambiare idee, instaurare relazioni e alimentare la propria creatività.

La tecnologia è senz’altro fondamentale per lo sviluppo delle nostre economie, ma non deve far perdere di vista l'esigenza chiave del confronto, della collaborazione continua, in quanto sono questi i principali strumenti che possono consentire la crescita delle competenze dei lavoratori e incidere sulle dinamiche della produttività nel tempo. Il futuro delle economie europee è nell'innovazione continua, e tale strada potrà essere percorsa soltanto se si riuscirà ad attivare circuiti continui di valorizzazione e socializzazione delle conoscenze individuali ed organizzative: tali dinamiche sono attivabili solo se gli individui condividono "luoghi fisici" all'interno delle aziende o in spazi più ampi (vedasi le potenzialità degli ecosistemi innovativi, primo tra tutti la Silicon Valley negli USA).

La posta elettronica, gli smartphone e internet non possono sostitutire l’interazione umana nel processo creativo: questo è uno dei grandi insegnamenti degli hub dell’innovazione.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog