Magazine Psicologia

Non sono normale

Da Adriano Rossi @AdrianodiR

Salve vi chiedo subito scusa perché so che non sono una brava persona ma non giudicatemi vi chiedo solo questo. Da molto giovane ero un po grassottello e spesso venivo preso in giro lo ricordo molto bene, crescendo sono diventato un ragazzo normale ma non essendo proprio in forma sentivo spesso, nella maggior parte dei casi, ragazze che mi criticavano mi dicevano cattiverie ed in gruppo ridevano alle mie spalle. Sapevo perfettamente di non essere un ragazzo perfetto ma non capivo tutto questo accanimento e sinceramente ancora mi chiedo il perché. Gli anni passavano provavo ad approcciarmi con qualche ragazza ma la risposta era sempre la stessa ... No ( che ci può stare non volevo mica costringere nessuna). Comunque non mi abbattevo ma era sempre più difficile per me riprovare ad ogni rifiuto perdevo autostima e certe volte avrei preferito un semplice no a degli insulti ( tanto per capirci cose del tipo "ma che sei scemo? Io con un mostro come te????" Seguito da varie imprecazioni ) ad un certo punto della mia vita mi sono completamente chiuso in me stesso per buoni 2 anni.

Alla fine conosco questa ragazza che decide di concedermi il suo amore ma la storia dura poco perché mi tradisce e mi abbandona come se fosse tutta colpa mia, soffro tantissimo e prendo molto peso mi richiudo ancora in me stesso, poi un giorno decido di riprendermi un po e perdo peso mi sistemo e inaspettatamente conosco S. ragazza bellissima che dice di amarmi, le sue parole sono dolci mi fanno sentire il cuore al sicuro mi sento meglio. A questo punto della storia io ho 28 anni e lei 23, sono molto affettuoso non gli faccio mancare nulla ma proprio nulla, il giorno del nostro anniversario (chiamiamolo cosi) torno prima da lei e oltre al fatto che si era dimenticata non aveva menzionato il fatto che stesse in compagnia. La scena che mi ritrovo di fronte mi accompagna oramai da anni un signore di almeno 60 anni su di lei sul suo bellissimo corpo. Il dolore è devastante nemmeno per un lutto ho mai sofferto cosi devo essere sincero.

Questa volta lascio io, passa uno, due , tre, sette anni e peggioro arrivo a 100 kg poi succede qualche cosa ho un problema ( per fortuna non mortale) al cervello per il continuo dolore che provo da anni per come mi sono ridotto,. perdo metà della vista. A quel punto faccio una sciocchezza, mi taglio le vene ma vengo salvato per i capelli, finisco in terapia. Dopo circa 3 mesi come per miracolo riacquisto completamente la vista, a quel punto vedo ( è il caso di dire letteralmente ) uno spiraglio comincio a perdere peso ritorno a 60 kg mi segno in palestra e giorno per giorno acquisto forma, copro sempre i polsi con un paio di polsini, dopo un'altro anno ho messo un fisico da far invidia a chiunque e qui arriva il mio problema. Ora le ragazze e donne di tutti i tipi mi guardano con occhi diversi, occhi che da piccolo mi disprezzavano ora fanno apprezzamenti. Un giorno una di queste ragazze si dichiara innocentemente a me, in quel preciso istante mi ritornano in mente tutte le offese tutte le cose brutte della mia vita.

La respingo con una brutalità bestiale da farla mettere a piangere. In quell'istante invece di sentirmi cattivo e di scusarmi sento piacere sento tranquillità' quando torno a casa sento un rilassamento che non provavo da molto tempo. Riesco a dormire come mai prima . Ma in cuor mio so che ho fatto una cosa sbagliata non meritava tanta freddezza e brutalità mi dispiace per lei. Passa il tempo e questa cosa mi è sfuggita di mano appena posso o ne ho l'occasione come una ragazza ci prova non sono me stesso so che è sbagliato ma è l'unica cosa che mi da un po di sollievo e piacere 🙁 Scusate se ho scritto tanto se mi giudicate una bestia ma dovevo sfogarmi perché se dicessi queste cose in giro sicuramente farebbero presto a puntare il dito. Chiedo scusa anche a queste povere ragazze ma non riesco a farne a meno.

da: Massimo


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines