Magazine Cultura

Nostalgistan, un viaggio nel cuore dell’Asia Centrale.

Creato il 28 febbraio 2019 da Luoghidautoreblog

"Ci si incastra in posti come questo per essere costantemente perseguitati dal desiderio di essere altrove. Ma, se fossimo altrove, moriremmo dalla voglia di farci un'idea di che cosa si nasconde dietro a questi nomi che mentre li pronunci già pensi di partire".Un viaggio tra gli Stan, nel cuore dell'Asia Centrale, vuoto geografico colmo di stupore e di assurdità. Attratto dall'estetica dello sfascio post sovietico, affascinato da una dimensione di desolata bellezza ricca di storie sepolte nella polvere, tra persone ospitali e doganieri corrotti, imam all'acqua di rose e mercanti svogliati, Tino Mantarro percorre quel che resta di un mondo un tempo attraversato da orde di mongoli, conteso da russi e inglesi nel Grande Gioco ottocentesco, e oggi, grazie agli investimenti cinesi, protagonista nella nuova Via della Seta.

Stan: suffisso etnico di origine persiana, presente nella formazione del nome di molte nazioni asiatiche. Es.: Afghanistan, Turkmenistan ecc. Deriva dal persiano ed è la parola usata per significare "luogo di" o "paese di". Si trova anche nelle lingue indoarie come -sthāna, luogo, imparentato con il termine di derivazione latina Stato.

TINO MANTARRO (nato a Milano nel 1976) dopo una laurea in storia contemporanea con una tesi in geografia vorrebbe diventare antropologo. Trova una sintesi a tutte queste inclinazioni iscrivendosi alla Scuola di giornalismo dell'Università Cattolica di Milano. Dopo alcune collaborazioni con quotidiani, settimanali e mensili, approda a Touring, il mensile del Touring Club Italiano. Da allora viaggia in Italia e ovunque riesca ad andare, meglio se in Asia o nelle Repubbliche ex sovietiche.

Prossime presentazioni:

mercoledì 27 febbraio, alle 18:30 - Punto Touring. Corso Italia, 10 - Milano

sabato 30 marzo, alle 19:00 - Libreria Arcadia. Via Felice e Gregorio Fontana, 16 - Rovereto (Tn)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog