Magazine Informazione regionale

NOVARA. Marta Lombardi si conferma ai vertici della spada azzurra.

Creato il 30 ottobre 2017 da Agipapress
NOVARA. Marta Lombardi si conferma ai vertici della spada azzurra. NOVARA. Conferma di Marta Lombardi, Cus Pavia, ai vertici della spada azzurra. La cussina chiude seconda tra 370 spadiste a Novara per la prima prova nazionale del Campionato Cadetti Under 17 di spada individuale, maschile e femminile. Marta Lombardi, spadista del CUS Pavia e della Nazionale Italiana, si conferma protagonista della scena schermistica, protagonista per le vittorie a raffica e per i margini di miglioramento ancora alla sua portata. L’allieva del maestro Federico Meriggi, direttore tecnico del CUS Pavia Schema, ha avuto un avvio a Novara di ottimo auspicio con cinque vittorie e nessuna sconfitta nei cinque assalti delle qualificazioni e una aliquota di + 17. Quindi per la sedicenne cussina pavese un filotto sette vittorie nel tabellone dell’eliminazione diretta. Infatti una gara con 370 schermitrici in gara, competizione da chiudere in una sola giornata, richiede grandissime doti di resistenza fisica e psicologica. Mentre diverse spadiste sono state vittime di crampi per la durezza e la lunghezza di questa prima prova del Campionato Italiano Cadetti, la pavese Marta Lombardi non hai mai avuto problemi fisici. Capolavoro di Marta Lombardi in semifinale, con la vittoria per 15 a 12 davanti alla compagna di nazionale, la casertana Sara Kowalczyk; così Marta Lombardi si è sportivamente presa una rivincita sull’avversaria che nella prima prova di esordio della stagione internazionale l’aveva battuta in finale a Ginevra. In finale Marta Lombardi all’inizio del secondo tempo di combattimento si trovava in vantaggio sull’avversaria astigiana Francesca Gentile per 14 ad 8. Non è servito fermarsi, bere un goccio d’acqua, slacciarsi e riallacciarsi le scarpe, Marta Lombardi ha subito punto dopo punto una clamorosa rimonta, sino ad uscire sconfitta per 15 a 14, per merito della longilinea spadista piemontese, che ha praticato una scherma di rimessa, lasciando sempre la propria punta sul bersaglio dell’avversaria; in ogni caso però un secondo posto di Marta Lombardi, allieva del Liceo Tecnologico di Pavia, da festeggiare per tutto il CUS Pavia. Altre due cussine pavesi e una spadista lomellina hanno gareggiato a Novara. La cussina Matilde Callegari Ferrari  chiude al 221° posto. Anche per Giovanna Mignacco la gara di Novara termina nel primo match della diretta per la sconfitta per 15 a 9 subita dalla milanese Sofia Carra della Pro Patria, 240° posto. In ogni caso sia Matilde Callegari Ferrari come Giovanna Mignacco rendevano un anno alle avversarie e l’anno prossimo saranno certamente più mature. La vigevanese Alessia Dosi viene eliminata da Ileana Gagliano di Catania nel primo match dell’eliminazione diretta, 164° posizione in classifica. Un solo spadista del CUS Pavia in gara nei maschi, Luca Sala Gallini che chiude 271° posto nella classifica finale. Per il Club Scherma Vigevano Riccardo Pasotti viene sconfitto per 15 a 6 dal catanese Leonardo Calabrese e 302* posizione. I frateli Juri e Kevin Circolo della Spada maestra Sara Molinari, Valle Lomellina, chiudono rispettivamente 311 e 425.
Maurizio Scorbati

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :