Magazine Libri

Novità: Le Bambine Silenziose – Charlene Lunnon e Lisa Hoodless

Creato il 20 febbraio 2011 da Nasreen @SognandoLeggend

Novità: Le Bambine Silenziose – Charlene Lunnon e Lisa Hoodless

«Mi sono sforzata di ascoltare attentamente, non osavo respirare per non perdermi nemmeno una parola. I poliziotti sono rimasti sulla porta e all’improvviso mi è venuto il timore che se ne sarebbe andato via con loro lasciandoci intrappolate lì dentro senza cibo e che saremmo morte di fame. Non ci è balenato in mente nemmeno in quel momento di urlare. Eravamo troppo traumatizzate ed esauste per pensare lucidamente.»

Titolo: Le Bambine Silenziose
Autore: Charlene Lunnon e Lisa Hoodless
Edito da: Newton Compton
Prezzo: 12.90 €
Uscita: 17 Febbraio 2011
Genere: Narrativa
Pagine: 228 p.

Trama:

Hastings, East Sussex, 19 gennaio 1999. Hanno solo dieci anni, Charlene Lunnon e Lisa Hoodless, quando una mattina vengono rapite, per strada, mentre stanno andando a scuola. Per tre interminabili giorni rimangono segregate in uno squallido appartamento, ripetutamente violentate, obbligate al silenzio e sottoposte alla follia di una mente perversa. Fino a quando accade il miracolo: la polizia fa irruzione nel palazzo e il rapitore, un pedofilo appena uscito di prigione, viene arrestato. Ma la libertà non è la fine dello strazio: negli anni successivi le due ragazze dovranno lottare contro il peso insostenibile dei ricordi per ricominciare una vita normale. E per provare a ricucire la loro grande amicizia, distrutta da un orrore indicibile. Scritta con lucidità e coraggio, Le bambine silenziose è la storia vera di un orribile sequestro e della dura lotta per ritornare, nonostante tutto, a vivere.

Estratto dal libro: SfogliaLibro

Charlene Lunnon e Lisa Hoodless;

Novità: Le Bambine Silenziose – Charlene Lunnon e Lisa Hoodless

Charlene Lunnon e Lisa Hoodless sono di giovani ragazze di 19 anni che sono riuscite a ricostruire finalmente la loro vita ed hanno voluto scrivere un libro per mantenere il caso sotto l’occhio della gente e per mostrare ad  Hopkinson che loro sono sopravvissute, che lui non ha vinto. Subito dopo l’accaduto le due allora bambine, hanno preso strada diverse ma sono poi riuscite a fortificare ancora di più la loro unione. ” Charlene sarebbe la prima persona da cui andrei , se avessi un problema. Non siamo più delle ragazzine e non potremo più dividerci. Quando sei così tanto traumatizzata insieme ad un’altra persona, si formano inevitabilmente dei legami, che tu voglia o no. ” dice Lisa che aggiunge “Ce l’abbiamo fatta e ora siamo delle giovani donne sicure di noi stesse ed è questo l’importante”


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog