Magazine Africa

Nuove minacce al mondo dallo Stato islamico con più messaggi a quelle che sono le cellule dormienti

Creato il 27 dicembre 2017 da Marianna06

Risultati immagini per mondo ferito mafalda

Lo Stato islamico (Is) torna a minacciare Europa, Stati Uniti e Russia con dei nuovi messaggi rivolti alle cellule dormienti e ai suoi seguaci. Attraverso la piattaforma di messaggistica istantanea Telegram, l’Is avverte “i musulmani negli Stati Uniti, Russia, Francia, Gran Bretagna, Canada, Belgio, Australia e Italia” di allontanarsi da “mercatini, strade e parcheggi” perché questi “luoghi di assembramento dei crociati” saranno “obiettivi dei soldati del Califfo. Il gruppo terroristico, ormai sconfitto sul piano militare in Iraq e in Siria, promette quindi nuovi attentati in Occidente. “Noi esploderemo, investiremo persone con i veicoli e taglieremo loro il loro collo in qualsiasi momento”, si legge in un uno dei messaggi. “Avete abbastanza tempo per preparare la vostra auto per investire, comprare un pugnale per accoltellare, caricare le vostre armi o se rifiutate tutto questo infiltratevi tra la folla e urlate Allah Akbar”, afferma un appello rivolto ai “mujaheddin”. Diversi macabri fotomontaggi diffusi sempre su Telegram invitano a “investire senza pietà” e “uccidere ovunque”. In un altro messaggio, forse rivolto alle cellule dormienti nell’Ue, il gruppo terroristico invita i suoi seguaci a “fare la Jihad anche in Europa”.
Secondo l'analista politico e di sicurezza iracheno Zaid al Geshmi, interpellato da “Agenzia Nova”, l'organizzazione terroristica, dopo la perdita di ingenti porzioni di territorio in Iraq e Siria, starebbe cercando di usare nuovi metodi per risollevare il morale ai suoi sostenitori. “Qualsiasi attacco terroristico alla vigilia di Capodanno sarà una vittoria per loro dopo tante sconfitte”, ha detto Al Geshmi. “Durante il periodo in cui i terroristi controllavano molte aeree dell'Iraq, abbiamo scoperto che l'organizzazione terroristica stava cercando di utilizzare nuovi metodi e nuovi volti. Pensiamo che useranno tassisti, fotografi, giornalisti e forse persino uniformi di polizia e delle forze di sicurezza per compiere un attacco alla vigilia del nuovo anno”, ha concluso l’analista iracheno.(Fonte Agenzia Nova)

 a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :