Magazine Opinioni

Odiatori seriali, minus habens politici

Creato il 01 novembre 2017 da Wildzap
ODIATORI SERIALI, MINUS HABENS POLITICI

Dopo la assurda frase pronunciata da Angelo Parisi: "Se la tua legge sarà dichiarata incostituzionale ti bruceremo vivo, ok?" indirizzata contro Ettore Rosato, autore della nuova legge elettorale, si è scatenato un putiferio su social media.
Parisi è stato addirittura scelto dal candidato M5s alla presidenza della Regione Sicilia, Giancarlo Cancelleri, come futuro assessore ai Rifiuti in vista delle imminenti elezioni.
Un ruolo quantomai adatto considerato che egli rappresenta di fatto un rifiuto umano, uno dei tanti troll che si trovano in giro su Facebook o su Twitter e che insultano, vomitando odio e rancore verso chi ha l'ardire di avere una opinione differente da quelle sacre dettate dal movimento di cui è seguace.
Il problema tuttavia è molto più grave di quello che crediamo e si estende ben oltre le schiere grilline, i nuovi fanatici salviniani ad esempio si comportano allo stesso modo, attaccando giornalisti e più in generale, chiunque si permetta di mettere in discussione la figura del loro dio e leader matteo salvini.
A quanto pare l'idea che queste due realtà politiche possano fondersi in una alleanza è non solo possibile ma anche logica, considerate le similitudini "culturali" dei minus habens che si aggirano attorno alle già di per se mediocri e volgari figure di salvini, Grillo, Di Maio e compagnia bella.
Movimenti che hanno seminato odio per anni, salvo poi non aver fatto nulla per arginare i problemi di cui parlano.
Il problema degli haters è grave, mina la libertà di espressione sui social network e li trasforma in una terra di guerre politiche in cui si combatte a suon di insulti, minacce e volgarità.
La gravità dell'azione di Angelo Parisi è evidente, ma non è forse altrettanto grave quando ad essere attaccato è un comune cittadino che desidererebbe solo esprimere liberamente la sua idea?.
Leggiamo quotidianamente questi personaggi, collegati 20 ore al giorno (ma non lavorano? n.d.r.) dileggiare volgarmente tutto e tutti, infimo esempio di quell'umanità che noi ingrati speriamo non superi il prossimo cataclisma.
Noi stessi siamo spesso attaccati, ed ultimamente notiamo che anche le alte sfere dei movimenti si stanno attivando in questa ideologica battaglia di mentecatti.
Ex parlamentari, consiglieri, tutti li a non fare un tubo ed ad insultare qualche povero cittadino che vorrebbe solo potersi godere un dialogo sereno senza che qualche idiota lo trasformasse in una diatriba universale.

Christian Longatti
Andrea Gunetti

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :