Magazine Ciclismo

Olimpiadi 2020: governo giapponese parla per la prima volta di rinvio, ma per adesso si va avanti

Creato il 27 febbraio 2020 da Bigfruit @ciclismonelcuor
Olimpiadi 2020: governo giapponese parla per la prima volta di rinvio, ma per adesso si va avantiMancano meno di cinque mesi dalla data di inizio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 e il governo giapponese ribadisce ancora una volta di non voler considerare qualsiasi ipotesi di cancellazione dei Giochi a fronte della diffusione del coronavirus. Tuttavia il premier Shinzo Abe ha richiesto per la prima volta, durante una riunione della task force sulla gestione dell'epidemia, un’informale rinvio di fronte all’emergenza coronavirus. Abe ha esortato le principali associazioni sportive, culturali e associative del Paese a posticipare di almeno 2 settimane l’organizzazione di eventi che prevedono il raduno di grandi masse per contenere il rischio di un’ulteriore espansione del virus.
Scelta che ha già causato il posticipo delle gare del campionato di calcio della J-League e il ridimensionamento della maratona di Tokyo in programma questa domenica, dai 30mila partecipanti previsti ai soli 200 atleti d'elite. Apprensione che tuttavia è destinata a durare in prossimità dei giochi, a giudicare dalle parole del Ceo del comitato organizzatore, Toshiro Muto, riferendosi ad un possibile restringimento del percorso della torcia olimpica: "Radunare un largo numero di spettatori incrementa il rischio di infezioni e stiamo dunque pensando di diminuire la portata dell'evento".
[post_ad]
Olimpiadi 2020: governo giapponese parla per la prima volta di rinvio, ma per adesso si va avanti
Rischio cancellazione - Il comitato olimpico giapponese continua ad andare avanti nei preparativi, ma quello internazionale comincia ad avere qualche dubbio sul fatto che le Olimpiadi ci saranno. 
Tokyo ha ancora 3 mesi di tempo per dare una risposta definitiva. Se la risposta dovesse essere negativa, l'ipotesi più probabile sarebbe di cancellare le Olimpiadi di Tokyo 2020 e passare direttamente a quelle del 2024 a Parigi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog