Magazine Medicina

Orologio biologico: esiste anche per gli uomini

Creato il 18 luglio 2017 da Conservazionecordoneombelicale @SorgenteSalute

Gli uomini producono spermatozoi per tutta la vita. Eppure l’ orologio biologico esiste anche per loro

Conservazione cordone ombelicale - GuidaDi: Redazione

Il concetto di orologio biologico è spesso collegato ai problemi di fertilità femminile. L’uomo produce spermatozoi per tutta la vita, mentre le donne hanno un numero limitato di ovociti. Eppure l’età è un fattore determinante anche per i maschi.

La qualità dello sperma peggiora

Chi si occupa di procreazione medicalmente assistita lo sa: nel 50% dei casi di infertilità di coppia, la causa è riconducibile all’uomo. I fattori possono essere tanti, come nel caso delle donne: malattie, incidenti, stili di vita sbagliati ed età troppo avanzata.

Nonostante gli uomini producano spermatozoi per tutta la vita, con il tempo la qualità dello sperma peggiora. Il progressivo declino dei livelli di ormoni si ripercuote sulla produzione di spermatozoi. Allo stesso modo, l’età può provocare la comparsa o il peggioramento di patologie andrologiche.

Tra i 20 e gli 80 anni l’uomo produce sempre meno liquido seminale. Gli spermatozoi al suo interno perdono motilità, quindi sono sempre meno in grado di raggiungere l’ovulo. Cosa significa questo? Significa che un uomo di 25 anni insieme a una coetanea impiega circa 4 mesi a concepire. Un uomo di 40 anni e passa insieme a una ragazza di 25 anni impiega quasi 2 anni.

Più difficile concepire con l’età

Nel 2000 la rivista Human Reproduction ha pubblicato uno studio sull’ “orologio biologico” maschile. I ricercatori hanno esaminato più di 8.500 gravidanze avvenute tra il 1991 e il 1992, nel Regno Unito. Per ottenere risultati accurati, hanno adattato le stime in modo da escludere l’influenza dell’età materna.

Gli uomini con meno di 30 anni hanno il 30% di possibilità in più di concepire rispetto agli uomini con più di 40 anni. I fattori responsabili sono molti: non solo la qualità dello sperma peggiora, ma i rapporti sessuali diminuiscono.

Uno studio del 2003 ha analizzato la fertilità degli uomini adulti al netto del numero di rapporti sessuali. I ricercatori hanno analizzato più di 1.900 gravidanze. Gli uomini sopra i 45 anni ci hanno messo 5 volte il tempo di coloro sotto i 25 anni per concepire.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :