Magazine Informazione regionale

Orrore a Sarno, cadavere di un cane rinchiuso in un sacco e lasciato in strada

Creato il 19 agosto 2018 da Vivicentro @vivicentro
Orrore a Sarno in provincia di Salerno, cadavere di un cane rinchiuso in un sacco e lasciato in strada
Choc in Campania: un cane di grossa taglia è stato rinchiuso in un sacco nero e scaricato al centro di una strada di Sarno, in provincia di Salerno. La scoperta sarebbe avvenuta questa mattina in via Filettine, quando alcuni residenti si sono accorti del grosso sacco proprio nel mezzo della carreggiata. Una volta avvicinatisi per cercare di spostarlo, pensando fossero dei rifiuti e per evitare incidenti ai mezzi in transito, hanno fatto la macabra scoperta: dal sacco fuoriusciva a malapena quella che sembrava una testa.
All’interno vi era il cadavere di un cane in avanzato stato di decomposizione, avvolto completamente dal sacco, poi chiuso con del nastro adesivo. I residenti della zona, riferisce ilMattino, sono rimasti in strada a proteggere la carcassa del povero animale e hanno subito allertato i vigili urbani ed i volontari della protezione. Una volta sul posto, il cane è stato spostato in attesa dell’intervento della competente Asl. Intanto è scoppiata la polemica per l’assurdo comportamento delle persone che hanno abbandonato in questo modo il cadavere dell’animale. Sebbene si stia cercando di capire la causa che ha portato alla morte del cane, non vi sono dubbi che il trattamento riservato all’animale a quattro zampe in questione non è sinonimo di umanità. Le associazioni animaliste hanno lanciato un appello affinchè i colpevoli vengano ritrovati e sanzionati.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Orrore a Sarno, cadavere di un cane rinchiuso in un sacco e lasciato in strada


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :