Magazine

Palazzo Turati

Creato il 06 aprile 2016 da Enrico
Palazzo Turati
Palazzo Turati  In occasione delle Giornate FAI di Primavera è stato possibile visitare Palazzo Turati dopo il recente restauro che ha riportato allo stato originale il primo piano nobile, lo scalone d’onore, il portico e il sottoportico del rinascimentale  palazzo di via Meravigli. Il palazzo fu edificato su progetto dell’ing. Enrico Combi tra il 1873 ed il 1876 per volere  del conte Francesco Turati che ne fece la sua dimora cittadina. Il complesso compare nell’elenco dei 183 edifici monumentali di Milano bombardati tra il 1942 e 1944; le stanze centrali hanno subito pesanti manomissioni e oggi non mostrano nessuna testimonianza del passato; si possono ancora ammirare la scala di salita al piano nobile e tre sale, che dopo il restauro sono tornate all’antico splendore.  Bella la corte interna con pavimento a mosaico e la scala con i decori a stucco delle volte.  Al primo piano in corrispondenza del fronte su via Meravigli, ci sono: *La Sala della musica decorata da Giuseppe Bertini e Emilio Cavenaghi, è un grande salone da ballo con pavimenti in legno lavorato ad intarsio e due portali scolpiti dal Pogliaghi. *La Sala con la scultura del Prometeo, interamente realizzata su disegno del Pogliaghi, ha porte con gli stemmi di Casa Turati e il soffitto a cassettoni in azzurro e oro. * La Sala di Flora firmata dal Pogliaghi e affrescata da Mosè Bianchi ha le pareti tappezzate di velluto azzurro con applicazioni di seta e raso e la volta del soffitto, interamente dorata.

>MILANO< clik

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :