Magazine Cultura

Palermo 3 gennaio, Si presenta la silloge poetica dell’italo-americana Corrada Biazzo Curry, “Il Senso del Male”, Edizioni La Zisa

Creato il 10 dicembre 2019 da Edizionilazisa

Palermo 3 gennaio, Si presenta la silloge poetica dell’italo-americana Corrada Biazzo Curry, “Il Senso del Male”, Edizioni La Zisa
“Il Senso del Male” è il titolo del racconto poetico autobiografico in forma di versi dell’italo-americana Corrada Biazzo Curry, mandato in libreria dalle Edizioni La Zisa, che sarà presentato venerdì 3 gennaio, alle ore 17,00, presso la sede della casa editrice in via Vann’Antò 16, a Palermo.Insieme all’autrice, interverranno Salvatore Pace e Davide Romano. Accompagnamento musicale di Francesco Maione.
Attraverso la magica manipolazione della “parola-benedizione” – come la definisce Gesualdo Bufalino –, Il Senso del Male è “un racconto poetico autobiografico” che delinea il dramma di un’emigrante ritornata nella patria amata per tanti anni, e poi costretta a lasciare nuovamente il suo amato paese per ritrovare ancora una volta la luce al di là dell’oceano. Sopraffatta dal dolore nella propria terra, la protagonista cerca di trovare il senso di un male radicato nella bellezza di una terra antica e seducente, soffrendo e lottando per una giustizia irraggiungibile, ma costantemente perseguita e bramata in una patria divenuta oramai incomprensibile (Gli anni romani). Passando attraverso i cerchi del male e del peccato, e superando gli ostacoli creati dalle “bestie feroci”, la pellegrina riapproda infine nella “terra strana e misteriosa” dove crede di trovare una salvezza (L’esilio). È in questa “natura mistica e selvaggia” che cerca di annegare il proprio dolore, ritrovando una pace consolatoria e tentando di ristabilire un’apparente armonia col mondo esterno. Tuttavia, la sofferenza persiste nei ricordi dei momenti tristi passati nella propria terra, nella solitudine e nel senso di estraneità verso il luogo che la ospita. Sarà forse la speranza in un’altra realtà, in una “Terra immortale” “senza più dolore”, a darle finalmente la forza di sopravvivere?

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog