Magazine Attualità

Palermo, Trapani, Catania: con la tranquillità di chi è già fuori pericolo

Creato il 16 maggio 2015 da Yellowflate @yellowflate

Palermo, Trapani, Catania: con la tranquillità di chi è già fuori pericoloÈ ormai tempo di tirare le somme tra le due prime serie della lega italiana di calcio. I primi verdetti dicono che in serie A la Juventus è campione d'Italia per la quarta volta consecutiva e che il Parma e il Cesena sono in serie B. E proprio dalla serie cadetta arrivano i risultati più clamorosi: dopo il Carpi, anche il Frosinone centra la prima storica promozione nel massimo campionato. Due novelle promosse che per alcuni abbassano il livello medio del movimento calcistico italiano in Europa, vedi anche esponenti noti come Claudio Lotito, per altri è la testimonianza che il calcio non è solo strapotere esclusivo del modello pay tv.

E le squadre siciliane? Partiamo dal Palermo: Iachini lo aveva preannunciato ad agosto, e cioè che i rosanero si sarebbero giocati ogni possibilità di mantenere la presenza in serie A, gruppo tra l'altro che arriva da una promozione. I punti, a 3 giornate dalla fine, sono 43, tre lunghezze in più della matematica; la posizione è la numero 11, frutto di 10 vittorie, 13 pareggi e 12 sconfitte, per un totale di 48 reti all'attivo e 51 subìte. Si tratta dunque di finire la stagione con tranquillità, mentre si pensa già al futuro prossimo: non è mistero infatti la messa in vendita di Dybala, giovane talento dei rosanero e tra le rivelazioni della stagione. Milan e Juventus, secondo i migliori analisti , sono state le pretendenti più spudorate, e a spuntarla è stata la società di Torino che pare aver accettato le condizioni del patron Zamparini, e cioè 32 mln di euro. Per i siciliani sarebbe un introito importante, di contro i bianconeri ora possono permettersi cifre anche "gonfiate" (leggasi entrate Champions League, soprattutto).

Sono 25 in tutto i precedenti tra le due squadre nel massimo campionato, con nove successi per i rossoblu e otto per il Palermo, che nelle ultime 4 sfide non ha mai portato a casa i 3 punti, collezionando solo due pareggi. Il Cagliari del neo mister Festa, subentrato a Zeman, spera nel miracolo salvezza, obiettivo che i sardi si giocano testa a testa con l'Atalanta. Il miracolo però vorrebbe che i bergamaschi debbano perdere le ultime 3... improbabile ma non impossibile.

In serie B le due rappresentanti della Sicilia se la passano allo stesso modo dei rosanero: Trapani e Catania infatti sono appollaiate esattamente nel mezzo della classifica, che vede in testa Carpi e Frosinone, come già accennato, e poi il "treno" delle pretendenti ai playoff, per arrivare al Bari, prima squadra tra quelle che ormai non hanno più nulla da chiedere. Il Trapani è a quota 50 punti al dodicesimo posto con 12 successi, 14 pareggi e 15 sconfitte. Prossimo avversario la Pro Vercelli, dopo l'1-1 contro l'Avellino. Il Catania segue i cugini a sole due lunghezze, al termine di un campionato al di sotto delle migliori aspettative. La squadra allenata da Marcolin paga un incipit di stagione quasi disastroso, con 3 vittorie su 10 gare. Il bottino totale registra 12 successi, altrettanti pareggi e 17 sconfitte, la più fresca quella contro il Cittadella. E intanto e retrocede in Lega Pro, seconda vittima dopo il Vercelli, fanalino di coda con 35 punti.

    Palermo, Trapani, Catania: con la tranquillità di chi è già fuori pericolo
Palermo, Trapani, Catania: con la tranquillità di chi è già fuori pericolo

"Amo ricercare, leggere, studiare ogni profilo dell'umanità, ogni avvenimento, perciò mi interesso di notizie e soprattutto come renderle ad un pubblico facilmente raggiungibile come quello della net. Mi piace interagire con gli altri e dare la possibilità ad ognuno di esprimere le proprie potenzialità e fare perchè no, nuove esperienze." Eleonora C.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog