Magazine Informazione regionale

Pallanuoto: un’altra vittoria per l’Ortigia a Catania, è la quarta consecutiva

Creato il 24 gennaio 2015 da Giornalesiracusa

ortigia-pallanuoto-2014
L’Ortigia vince il derby di Catania imponendosi sulla Muri Antichi per 9-8. Quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di Gino Leone che, con la conseguente sconfitta del Civitavecchia a Roma, salgono al secondo posto in classifica, ad un solo punto dai capitolini.

Biancoverdi che, però, hanno dovuto faticare non poco per portare a casa i tre punti. Avanti sia nel primo tempo (2-3) sia nel secondo (4-5), gli aretusei hanno sofferto il ritorno dei padroni di casa che, al rientro dall’ intervallo, hanno sfruttato le disattenzioni di Puglisi e compagni, chiudendo il terzo tempo col risultato di 6-6. Quarta e ultima frazione giocata sulle spine, con i continui capovolgimenti di fronte e con il risultato in bilico fino alla fine quando, a prevalere, è stata l’Ortigia.

Il capitano Gianluca Patricelli, al termine dell’incontro, si è detto dispiaciuto per il calo di concentrazione della squadra. “Non è stata una bella partita, soprattutto per come l’abbiamo interpretata noi – ha detto l’estremo biancoverde. -Partite come queste possono portare a un calo mentale e, se prese nel modo sbagliato, si rischia di pagarle care. La Muri Antichi, infatti, ha giocato la sua partita, credendoci fino alla fine e sfruttando ogni nostro errore. Siamo stati bravi alla fine a ritrovare la lucidità per portare a casa la vittoria”.

E’ dello stesso parere anche il tecnico Gino Leone, il quale si dice amareggiato per come non sia riuscito a infondere la giusta tranquillità alla squadra. “Dopo il derby contro la 7Scogli avevo previsto un calo mentale in alcuni dei miei ragazzi, e in settimana avevo lavorato tanto anche su questo – ha commentato. Loro però non hanno alcuna colpa e la responsabilità di non averli preparati al meglio sotto il profilo della concentrazione è assolutamente mia. Sono contento per il risultato, non certo per la prestazione. Questo ci fa capire che non possiamo permetterci di mollare mai un minuto e che dobbiamo avere rispetto per tutte le avversarie. Andiamo avanti per la nostra strada e alla ripresa degli allenamenti lavoreremo sodo per evitare cali come quello di oggi – ha concluso Leone”.

Pol. Muri Antichi: Graziano, Carchiolo 1, Scicali, strano, Barbaric 2, Dato, Scirè, Scebba 3, Cassone, sfogliano 1, Muscuso 1, Reina, Cenci. All. Caruso

C.C. Ortigia: Patricelli, Polifemo, Abela 1, Puglisi 1, Di Luciano 1, Lisi, Motta, D’Amico, Rotondo 2, Danilovic 4, Vinci, Martelli, Negro. All. Leone

Arbitri: Chimenti e Palmieri

Note: parziali 2-3, 2-2, 2-1, 2-3. Usciti per limite di falli: Barbaric (Muri Antichi). Superiorità numeriche: Muri Antichi 3/5 e Ortigia 4/12. Spettatori 200 circa.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog