Magazine Sport

Pallavolo: tutto pronto al PalaRuffini per la World League, il 9 e il 14 giugno

Creato il 03 giugno 2013 da Sportduepuntozero

world league conferenza“C’era da tempo la volontà di ospitare la nazionale di pallavolo, per accogliere un altro grande evento sportivo in vista di Torino Capitale Europea dello Sport 2015”. Con queste parole, pronunciate dall’assessore allo Sport della Città di Torino Stefano Gallo, si è aperta stamattina la seconda conferenza stampa di presentazione della due giorni di World League, che vedrà la nazionale maschile di pallavolo impegnata al PalaRuffini il 9 e il 14 giugno. Dopo due anni il team azzurro torna nel capoluogo piemontese; ne sono trascorsi addirittura cinque dall’ultima apparizione del prestigioso torneo mondiale nella città sabauda.

“Un grande appuntamento di sport coinvolge molta gente e invoglia i giovani a intraprendere la carriera sportiva, sia essa agonistica o amatoriale” continua Gallo. “Sono certo che le partite saranno un grande spettacolo, anche per la modernità dell’impianto, e che la nostra nazionale farà un’ottima figura”. Presente in mattinata nella sala Colonne del Comune anche Ezio Ferro, presidente del Comitato Regionale Piemonte della Federazione Italiana Pallavolo, che ha sottolineato l’affluenza di pubblico: “La World League a Torino è sinonimo di tutto esaurito, per il match contro Cuba sono rimasti una manciata di biglietti, per quello contro la Germania qualcuno in più, che contiamo di vendere in settimana”.

La World League 2013 è cominciata il 31 maggio e si concluderà il 21 luglio. Al via 18 squadre, divise in tre gironi; l’Italia è nel secondo raggruppamento, in compagnia di Germania, Iran, Cuba, dei campioni europei della Serbia e olimpici della Russia. Esordirà venerdì a Modena contro la Germania, dopodiché sarà di scena al PalaRuffini contro la stessa Germania e contro Cuba, il 9 e il 14 giugno alle 18 e alle 20. Affronterà nuovamente i caraibici a Firenze il 16 e poi volerà a Surgut, dove giocherà con la Russia il 21 e il 22. Ritorno a casa per ospitare l’Iran, il 28 e il 30 giugno a Modena e Sassari, prima di partire per la Serbia, con le sfide del 6 e del 7 luglio a Novi Sad.  Obiettivo la qualificazione alla final six di Mar del Plata, cui parteciperanno l’Argentina (paese ospitante), le prime due di ciascun girone e le seconde dei raggruppamenti A e B. Nel mirino la Polonia, detentrice del titolo.

Mauro Berruto, ct torinese della nazionale intervenuto in mattinata, ha parlato di avversari e stati d’animo: “La Germania è cresciuta molto negli ultimi due anni, mentre il valore di Cuba si conosce da tempo, di conseguenza le gare saranno molto impegnative e rappresenteranno un ottimo test per la nostra nazionale. Per me non saranno due partite come le altre; è emozionante giocare nel mio quartiere e nel palazzetto in cui ho esordito come capoallenatore”. Mercoledì prossimo ci sarà un allenamento a porte aperte dedicato alle scuole, per avvicinare i ragazzi allo sport e ai campioni. Berruto fa il punto sugli obiettivi: “Ho convocato parecchi giovani con talento e fisicità, per far acquisire loro esperienza internazionale e per costruire un gruppo forte in vista di Europei e Olimpiadi del 2016. La World League vale un Mondiale e noi puntiamo alla fase finale”.

 

Guarda dove praticare Pallavolo a Torino


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :