Magazine Cucina

Panini gratinati

Da Jo
Panini gratinatiPane avanzato e raffermo? A me succede: per quanto cerchi di evitarlo, quando si organizzano pranzi e cene per 12 persone il suo consumo è imprevedibile. A volte finisce prima del dovuto, altre volte ne rimane abbastanza.
I panini di questo recupero erano di grano duro e in questo modo ho trovato non solo il sistema per non sprecare ma ho anche servito un antipasto golosissimo. Quando ancora avevo il forno funzionante. Ma, secondo voi, è normale aspettare due mesi un nuovo forno? Non ho più parole, mi vengono solo epiteti irripetibili tanto che mi devo controllare quando scrivo e-mail infuocate per chiedere a che punto è il mio ordine. Nemmeno se lo avessero dovuto fabbricare apposta per me!
Cosa c'è dentro al gratin? È una soluzione vegetariana con mozzarelline e una miscela di uova ed erbe aromatiche mescolate con succo di pomodoro.
È chiaro che potete usare fiordilatte di vari formati o anche scamorza e, se non avete succo di pomodoro, frullate qualche pomodoro pelato. O arricchire la preparazione con salumi o verdure.
Una ricetta di recupero, anti spreco, semplice e gustosa che piacerà a tutti.
Oggi è san Valentino... magari potrebbe diventare parte di una cenetta poco impegnativa.
Le dosi sono per... quanti panini avete? Io con queste dosi ne ho preparati sei.
-ricetta-
6 piccoli panini di grano duro, raffermi
1 confezione di ciliegie di mozzarella
2 uova grandi
polvere di capperi, origano e olive
100 ml latte
50 ml succo di pomodoro
Panini gratinatiPrendo uno stampo da muffin grandi e ungo d'olio ciascuna cavità.
Apro in due i panini e affetto a rondelle le ciliegie di mozzarella.
Mescolo le due uova con gli aromi, il latte e il succo di pomodoro.
Se piace potete anche aggiungere del pepe.
Bagno i mezzi panini nella miscela preparata, metto le metà inferiori negli stampi e sopra alcune fettine di mozzarella.
Ricopro con altri mezzi panini che bagno col rimanente composto.
Metto in forno a 200° per circa 20'. I panini devono gratinare e diventare croccanti.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines