Magazine Africa

Papa Francesco e i poveri della Terra/ Roberto Malvezzi (Gogò)

Creato il 06 luglio 2018 da Marianna06

Risultati immagini per il papa in africa

 (foto tratte dal web)

Scegliendo con chiarezza di realizzare un papato che condivide la condizione dei poveri  sulla Terra, papa Francesco sperimenta anche l'impotenza di questi stessi esseri umani nel mondo contemporaneo.

Quando Francisco chiede che sia data l’opportunità di una lavanderia e di  un ostello per andare incontro e  cercare di accogliere con dignità le persone che vivono in strada in giro nei pressi del Vaticano, i suoi atteggiamenti sono  subito pubblicizzati.

 Ma, quando esige dalla Chiesa e da tutta la società una conversione ecologica per preservare l'umanità e la creazione da possibili e eventuali catastrofi, le orecchie sono sorde, anche quelle  di buona  parte di appartenenti  alla stessa Chiesa cattolica. Coloro che accettano questo genere di sfida, stranamente, infatti,   vengono molto spesso  più dall'esterno , da gente, uomini e donne, cosiddetta non praticante che dai bacia pile e dai praticanti.

Quando il Papa ha condannato un'economia che uccide, una società che produce troppi scarti, il silenzio, che avvolge la denuncia , è assolutamente assurdo.

Quando Francisco porta con se una sua borsa personale, la cosa invece fa notizia.  I giornalisti si chiedono cosa contenga e fanno immediatamente divulgazione sui “media”.

Tuttavia, quando condanna i colpi di Stato in America Latina, basati sulla calunnia, nella divulgazione  quasi sempre diffamatoria dei “ media” di regime, avallata da una certa magistratura complice dei poteri “alti”,  il tutto è coperto dal silenzio.

Quando visita Lampedusa, un simbolo mondiale di morte,  purtroppo, per tantissimi  migranti, l’evento  è una novità, ma quello che segue poi  è solo e  sempre più un mondo con muri e recinti, che cerca di difendersi (si fa per dire) dall’arrivo  di uomini, donne, bambini , che vorrebbero essere accolti  in Europa e negli Stati Uniti per usufruire di un migliore avvenire.

Dietro le quinte ci sono critiche, resistenze, rifiuti. Ma  Papa Francesco, nonostante tutto, si incontra  con i giovani per celebrare i tre anni della” Laudato Sì”, ha visitato i nativi dell'Amazzonia a Puerto Maldonado, nel 2019 terrà il Sinodo per l'Amazzonia a Roma. Non perde mai la calma, non perde la speranza, non si perde d'animo.

Sperimentare l'impotenza dei poveri significa anche fidarsi dell'Alfa e dell'Omega, l'inizio e la fine, al di là delle fragili forze umane, inclusi gli oppressori della storia. Nella storia nessuno ride per ultimo. Ognuno ha il suo giorno. E i poveri avranno la terra.

Ci sono quelli che capiscono e che condividono.

Testo di Roberto Malvezzi (Gogò)

Immagine correlata

                                           a cura di Marianna Micheluzzi (Ukundimana)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :