Magazine Arte

Paranoia da smartphone

Creato il 02 febbraio 2017 da Jet @lucecolore

Paranoia da smartphone

Utilizzo del telefono in auto - normativa e sanzioni previste - Infomotori.html

Cellularauto Pare che la lettura o l'invio di sms  o la risposta ad una chiamata al cellulare, mentre si guida, causino un numero di vittime molto maggiore che non il mettersi alla guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti. In Italia, le vittime di questa perversa abitudine, sono calcolate all' 80% del totale degli incidenti.
E' la paranoia da smartphone; 5 secondi con l'occhio sul cellulare, invece che sulla strada, a 100km\h, rappresentano un percorso, alla cieca, di quasi 90 metri. Lo chiamano FOMO, questo virus elettronico, un acronimo inglese per Fear Of Missing Out, ossia Paura di essere tagliati fuori. E' un'ossessione compulsiva da sguardo incollato al cellulare, è la malattia del nostro tempo, ossessionato dalle comunicazioni costanti, nel timore che ci stiamo perdendo qualcosa di essenziale, ed è diffuso soprattutto nei giovani tra 18 e 30 anni, con scarso livello di autostima. L'estate scorsa, l'ACI aveva messo in atto una campagna di sensibilizzazione contro questo tipo di distrazioni mortali. Aveva lanciato #Guardalastrada# e #Mollastotelefono#. Anche ANAS e Polizia Stradale hanno proposto l'hashtag “Quando guidi#Guida e basta# Insomma, i palmari al volante sono la nuova piaga della mobilità. Si è calcolato che 2 conducenti morti su 3 stavano usando il cellulare in modo scorretto, non solo con sms inviati o letti, ma anche  con foto e selfie! Nel numero delle contravvenzioni, 1 italiano su 8 è stato beccato con il cellulare in una mano, e l'altra sul volante dell'auto o sul manubrio della moto. Nel  2015 c’è stato un aumento del 20% delle sanzioni da parte della Polizia Stradale per distrazioni di questo tipo. Il cellulare in auto è divenuto una protesi irrinunciabile della nostra giornata alla guida. Quanti di noi non stramaledicono certe auto che ci precedono, ad una velocità da bradipo? E quando si sorpassa, ecco che si scopre che l'imbecille alla guida ha l'orecchio incollato al cellulare o sta messaggiando! Ci sono anche pedoni che attraversano lontano dalle strisce, senza alcuna attenzione, lo sguardo fisso sullo smartphone. Poco tempo fa, stavo tornando da Parma a Fidenza; davanti a noi una miniauto, nuova di pacca, con una ragazzetta alla guida, procedeva a 40 km\h, sulla Via Emilia, provocando una coda chilometrica alle spalle; non era possibile sorpassarla, il traffico in senso contrario non dava tregua. Poi, mi sono accorto che la cara bimbetta aveva incollato il cellulare, sotto lo specchietto retrovisore interno, con una ventosa, e continuava a distrarsi, pigiando sullo schermo. Le ho augurato emorroidi crudeli e ragadi anali dolorosissime. Franco Bifani

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines