Magazine Cinema

Parasite

Creato il 11 febbraio 2020 da Annanihil
ParasiteL'Oscar come miglior film è andato a... "Parasite"!
Evento eccezionale, è molto raro che concedano questo onore a un film straniero.
Prima volta in assoluto per un film sudcoreano.
Il punto vincente di "Parasite" è senza dubbio la sceneggiatura.

Un elegante studente universitario propone a un amico squattrinato di prendere il suo posto e dare delle lezioni d'inglese a una graziosa adolescente. L'universitario ha intenzione di fare sul serio con la ragazzina, ma costretto a partire per continuare i suoi studi, ha scelto l'amico come suo sostituto perché lo ritiene fidato e più innocuo di altri suoi ricchi amici.
Il ragazzetto "innocuo" non lo è per niente! Piace subito alla ragazza...
Ma attenzione! Non è il solito triangolo amoroso. L'amore è l'ultimo dei pensieri. Nella famiglia Kim c'è un disperato bisogno di cambiare la loro situazione economica e sociale. Sono affamati, incattiviti, scaltri, decisi a tutto pur di uscire dal loro sudicio seminterrato.
Quando il ragazzo nota il benessere che circonda la sua allieva, pianifica di far assumere dalla ricca famiglia Park anche sua sorella, suo padre e sua madre.
Documenti falsi, mosse spietate, diffamazione, menzogne di ogni tipo pur di raggiungere il loro scopo.
Una sera, senza i Park tra i piedi, i Kim possono vivere quella splendida villa come se fosse la loro, peccato che qualcuno suona al citofono... scopriranno di non essere i soli "parassiti" dei Park.
"Parasite" mette in scena il dramma della disuguaglianza sociale percorrendo una strada originale. Dell'arroganza dei ricchi si parla spesso, ma anche essere poveri può incidere negativamente sui modi e i pensieri.
Oltre a l'Oscar come miglior film, "Parasite" è stato premiato come miglior film internazionale, miglior sceneggiatura e Oscar anche per il regista Bong Joon-ho.
Ma la vera chicca è che, in questo film sudcoreano, il momento topico ha come colonna sonora "In ginocchio da te" del nostro Gianni Morandi! Sono soddisfazioni!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

A proposito dell'autore


Annanihil 190 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Magazine