Magazine Cultura

PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro

Creato il 15 febbraio 2020 da Linda Bertasi @lindabertasi

Per la rubrica Passi d'Autore, oggi torna a trovarmi una carissima Amica e Autrice talentuosa.Oggi, vi presento il romanzo di Elena Genero Santoro.Andiamo a conoscerlo nel dettaglio!
PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro
Francesca Ghiribelli lo ha letto per noi!
PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro
SINOSSI: Luglio 2016, Londra. Claire è in procinto di sposarsi con Philip, ma un'ombra oscura la sua felicità. A due settimane dalle nozze, Claire è sconvolta e scappa nell'appartamento di famiglia a Nizza. Lì trova il cugino Oswald. La convivenza si preannuncia subito conflittuale. Intanto, in spiaggia, Claire conosce Nick e instaura con lui una relazione sessuale che le serve per distogliersi dai suoi fallimenti. La vita di Claire cambia quando si trova coinvolta nell'attentato del 14 luglio. Da quel momento gli equilibri saranno rotti e tutti subiranno le conseguenze dell'attacco terroristico, nessuno escluso.


LONDRA - 2016 Claire e Philip sono fidanzati e stanno per sposarsi. La donna non può avere figli e soffre per questo handicap, la sua non è stata una vita facile e pare che neppure l'amore di Philip possa aiutarla a risollevarsi. 

Durante una cena tra amici, in occasione del futuro evento, qualcosa non va.Imprevedibile e istintiva, Claire si lascia tutto alle spalle e parte per Nizza, bisognosa di evasione.Qui, incontra il bel Nick, e niente sarà più come prima.Cosa le riserverà il futuro? Claire non ama più Philip, o si tratta solo di una pausa dalla realtà? Chi è l'uomo destinato a starle accanto?

L'ambientazione è contemporanea e ci muoviamo tra la Francia, l'Inghilterra e l'Italia, toccando città come Londra, Nizza e la regione della Liguria.Ammiriamo gli scorci caratteristici e il profumo di mare e libertà, mescolato all'olezzo della tragedia che può mutare tutto in pochi istanti.La caratterizzazione dei personaggi è completa.Claire è la protagonista femminile. Donna magnetica, dalla rara bellezza, possiede un carattere ribelle; la sua è stata una vita tormentata da un tumore, che l'ha resa sterile.  

Dopo una storia tormentata con Patrick, si fidanza con Philip, coinquilino dell'ex ragazzo. Dilaniata dall'impossibilità di avere figli, lascerà il giovane per rifugiarsi a Nizza, nella casa della zia, avvertendo la sofferenza del fidanzato di fronte a un triste futuro senza figli. Qui, ritroverà il cugino Oswald con il quale ha, da sempre, un rapporto di amore/odio. In Francia, farà la conoscenza di Nick e ne sarà travolta, con il suo fare d'altri tempi. La passione tra i due non tarderà ad accendersi, ma per Claire si tratterà più che altro di evasione. L'incontro con Antoine, il bambino di cui Oswald si prende cura da anni, istillerà un istinto materno in lei, e anche il rapporto tra cugini ne beneficierà.Claire è un personaggio che non ispira simpatia immediata nel lettore, ma affronterà un percorso interiore che la maturerà molto. Si ritroverà a toccare con mano anche la devastazione di un atto terroristico e le implicazioni che comporta.Philip è il protagonista maschile. Fidanzato di Claire, è un artista, coinquilino di Patrick e Futura. Reduce da un matrimonio finito male con una donna marocchina, che ha tentato di allontanare da lui la figlia per poi redimersi, deve barcamenarsi tra i rapporti burrascosi con l'ex moglie e il dramma della sterilità di Claire. Sconvolto dalla sparizione della fidanzata, sarà oggetto delle attenzioni di Federica, ma il suo cuore batte per Claire e farà di tutto per riaverla, anche spingersi fino a Nizza.Nick è l'antagonista maschile. Medico specializzando in chirurgia pediatrica, adora i bambini ed è subito attratto dalla protagonista. La passione lo accende, ma nutre qualcosa in più per lei, mentre la donna gli nasconde la propria sterilità, turbata dalla professione e dall'amore dell'uomo per i piccoli.Insieme, si troveranno ad affrontare anche un'emergenza di proporizioni gigantesche, e questo contribuirà ad avvicinarli. Ritroviamo anche Patrick e Futura, pur restando sullo sfondo. Due personaggi che non si dimenticano, particolarmente apprezzati anche nel romanzo Un Errore di Gioventù. Patrick, un tempo, aveva una relazione con Claire, poi finita per via di Futura. Non apprezza  la donna e si dispiace per l'amico Philip che se ne è innamorato.Oswald è il cugino di Claire. Bonaccione che piace alle donne, tiene la casa in maniera indecorosa, teatro delle sue conquiste. L'uomo è un orso buono, con una memoria da elefante, infatti soffre di ipertimesia o iper-memoria, e non riesce quasi mai a dormire, perché la sua mente è continuamente inondata da ricordi e immagini. Il rapporto con la cugina è difficile da sempre ma, grazie ad Antoine, il bambino di cui si prende cura, i due si riavvicineranno.
Come in tutti i romanzi della Santoro, i personaggi secondari abbondano, ognuno con un suo perché. Cito anche Federica, tata di Pietro, a sua volta fratellastro di Patrick; di origini siciliane, è molto attratta da Philip, seppur in dolce attesa. Abbiamo anche un altro personaggio, Noah, primo amore di Claire, ormai sposato e in attesa di un figlio.
Tra i tanti personaggi, ho particolarmente apprezzato Oswald, veramente ben descritto. Interessante anche la sofferenza di Claire legata alla sterilità e la strana coincidenza di trovarsi sempre a contatto con uomini o persone che amano, o hanno a che fare con i bambini.
L'autrice denota una grande sensibilità sull'argomento, perché è un tema molto sentito da gran parte delle donne che non possono avere figli, ed è proprio così che accade. Quando vivi un trauma del genere, spesso ti ritrovi a notare come tutto, attorno a te, abbia a che fare con i bambini: dalle persone che incontri alle amicizie che stringi. Fondamentalmente, è solo la nostra mente che ci fa notare queste particolarità, perché concentrata su tale mancanza, ma è assolutamente veritiero.
PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro

'«Posso offrirti qualcosa da bere, finché non hai un marito?» Claire fece cenno di pensarci su: «Finché non ho un marito, diciamo che puoi…» Le pupille del ragazzo si dilatarono per un secondo. Claire chiese un bicchiere di Moet&Chandon. «Siamo di gusti raffinati, meravigliosa creatura ancora senza marito…» Claire prese a giocherellare con il suo braccialetto di perle e distolse lo sguardo. Lui alzò il calice. «A questo magico incontro, meravigliosa creatura senza marito e senza nome.»'


La scrittura dell'autrice si giostra su molteplici sottotrame e cambi di scenario, tenendo sempre alta l'attenzione del lettore e donando ritmo alla trama.L'erotismo è affrontato in maniera soft, privo di volgarità, ma evidenzia il pathos tra i personaggi.Una nota di merito va per l'argomento relativo agli attacchi terroristici; nel testo, infatti, è presente la strage che ha sconvolto Nizza nel 2016, quando un camion si è lanciato tra la folla, e l'autista ha iniziato a sparare all'impazzata.Questa è una delle caratteristiche che contraddistinguono da sempre la Santoro: la sua innata capacità di inserire temi di attualità nei suoi romanzi.Le tematiche trattate sono: la sterilità, i rapporti di coppia, il dolore della perdita, il pericolo, l'imprevisto, la paura di amare, il futuro, il tradimento, l'amore e l'amicizia.Il messaggio tra le righe è relativo alla facoltà dell'essere umano di sbagliare. Gli errori sono la nostra più grande fortuna, perché sono fonte perfetta di apprendimento. Spesso, solo sbagliando si può scoprire come vivere meglio e comprendere ciò che si ha realmente nel cuore.Consigliato a chi non conosce ancora questa bravissima autrice, a chi ama i romanzi che mescolano attualità e temi sentimentali, a chi ama i romance contemporanei e i romanzi al femminile.Francesca Ghiribelli(Editing a cura di Linda Bertasi)


PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro

IL VOTO DI FRANCESCA
PASSI D'AUTORE - Recensione - CLAIRE NELLA TEMPESTA di Elena Genero Santoro
Francesca Ghiribelli coltiva la passione per la lettura e per la poesia sin dalla tenera età. Gestisce il suo Lit - Blog , dove espone le sue opere e recensisce libri.
Ha ricevuto molti premi a livello nazionale tra cui ricordiamo quello per la silloge "Un'altalena di emozioni" (Bancarella Editrice 2009).
La giovane poetessa è stata nominata Scudiero Guardiano dell'Unione Mondiale dei Poeti per il suo impegno nella letteratura. 
Pubblicazioni:- Twins Obsession -  Il Diario di una Gemella Ossessione- Cuore zingaro- Amore a prima vista

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog