Magazine Informazione regionale

PAVIA. Le urgenze della città in relazione alla crisi politica del Pd secondo il consigliere Sergio Maggi.

Creato il 02 febbraio 2017 da Agipapress
PAVIA. Le urgenze della città in relazione alla crisi politica del Pd secondo il consigliere Sergio Maggi.PAVIA. Scuola media a Pavia Ovest, una nuova stazione per i pullman, maggior decentramento del settore pubblico nei quartieri, valorizzazione del verde pubblico. Sono solo alcuni dei punti sui quali il consigliere Pd Sergio Maggi richiama l'attenzione della "sua" maggioranza. "Vanno valutate le priorità della città - esordisce subito Maggi - soprattutto per quanto riguarda il Patto di Stabilità, grazie al quale il Comune potrà fruire di ulteriori 5 milioni di euro. Le conflittualità e le divergenze all'interno della maggioranza vanno valutate in relazione alle effettive esigenze di Pavia. La politica per me ha sempre coinciso con l'incontro con le persone; questo è quanto mi hanno insegnato e quanto cerco di portare avanti". In particolare il progetto della scuola sembra stare particolarmente a cuore al consigliere. "Negli ultimi sei anni sono arrivati circa 4mila nuovi residenti - puntualizza -. Già all'epoca della giunta Capitelli il progetto era stato percepito come un'opportunità. Sussisteva allora la possibilità di instaurare una scuola modificando la viabilità di quel tratto di strada. Purtroppo il policlinico San Matteo ha deciso di edificare nelle aree di sua proprietà di fronte alla basilica di San Lanfranco. Fui con Sandro Bruni, promotore del Parco delle Basiliche: ciò dimostra che per il bene della città è fondamentale il dialogo con l'opposizione". Sussistono comunque alcune valide alternative. "L'area di via Tibaldi, prima ceduta alla Provincia e poi in parte rientrata, sarebbe idonea al progetto - ipotizza il consigliere -. Ne beneficerebbero i paesi circostanti e il trasporto pubblico. Se vogliamo diminuire l'inquinamento atmosferico dobbiamo proporre soluzioni concrete". Proprio in questa direzione viaggia la proposta di una nuova stazione per i bus pavesi. "I loro gas inquinano, i pullman aspettano con i motori accesi - sottolinea Maggi -. Impossibile, poi, non tenere conto della pericolosità dell'attraversamento pedonale. Ampliare il parcheggio nei pressi dell'autostazione potrebbe inoltre migliorare la viabilità cittadina". Allontanandosi un po' dal centro storico, occorrerebbe puntare nuovamente l'attenzione su alcune problematiche ben note alla giunta.  PAVIA. Le urgenze della città in relazione alla crisi politica del Pd secondo il consigliere Sergio Maggi."Nei programmi del sindaco Depaoli c'è la riqualificazione dei quartieri - puntualizza il consigliere - spero che ciò comprenda anche i necessari collegamenti. Auspico inoltre che nelle zone periferiche vengano trasferiti alcuni uffici della pubblica amministrazione, soprattutto per quanto concerne i servizi di Stato Civile". La recente decisione dei consiglieri della lista civica Cittadini per Depaoli Roberto Rizzardi e Stefano Gorgoni di non partecipare all'ultima assemblea Pd e del segretario cittadino Stefano Ramat di dimettersi hanno creato non pochi rumor su una crisi interna al Partito Democratico. "Per la prima volta a Pavia un solo partito siede fra i banchi della maggioranza - ricorda Maggi -. Quando più partiti componevano il consiglio comunale dialogavano fra loro. L'attuale maggioranza è un po' latitante da questo punto di vista, forse non vi è la preparazione che servirebbe. A maggior ragione allora si deve dialogare e ascoltare chi ha maturato negli anni esperienza e capacità di amministrare. Quando c'era una crisi di giunta perché non recepite le giuste istanze, ci si fermava e si ragionava sulle vere necessità. Il programma del sindaco Depaoli comprende tanti punti ma occorre trovare una convergenza per portare alla città ciò che serve".
Serena Baronchelli

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :