Magazine Viaggi

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Creato il 27 marzo 2020 da Infoturismiamoci @Infoturismiamo

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Atterro a Sofia, vado oltre.
Oltre i campi di girasole, oltre i torrenti, oltre la pioggia, oltre l'arcobaleno.
Destinazione: Grecia, Penisola Calcidica, Sithonìa.

Hellas alla frontiera.

Il cielo si scurisce, le luci sono poche.
Le vedo aumentare, sempre di più, fino a Salonicco.

Thessaloniki ha lo stesso carattere di Atene, è Grecia continentale. Grecia vera, dicono alcuni, tra cui la sottoscritta. Poco in comune con le isole, poco in comune con quell'immaginario fatto di calce bianca, bougainvillea e sirtaki ubriachi.

Salonicco è una lunga passeggiata sul lungomare, il profumo delle pannocchie arrostite, le alici fritte di Loutros, le saracinesche serrate. L'assaporo, la respiro, ne accolgo la rassegnata malinconia.

Vado oltre.

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Arrivo nella Penisola Calcidica.

La destinazione finale è Sithonìa, il secondo dito della penisola, il "più spettacolare a livello naturalistico". Ad accogliere, i pini che degradano dolcemente verso il mare, quel mare fatto di cale nascoste e acqua turchese.

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Sarti diventa casa.

Dell'antico villaggio di pescatori è rimasto poco e nulla. Animata da taverne, minimarket e negozi di souvenir è certamente una buona base, però, per visitare le più incantevoli spiagge di Sithonìa.
Il Monte Athos ci guarda dalla sponda opposta.

Studios più o meno immersi nella natura, più o meno vicini al mare, più o meno low budget, spuntano ovunque. Basta solo scegliere. Senza alcuna fretta, senza il timore del "full" di agosto: la Penisola Calcidica, anche nei mesi di alta stagione, riesce a nascondere i suoi angoli più belli dalla rumorosa bramosia dei turisti mordi e fuggi. I viaggiatori attenti sapranno scovarli.

La Penisola Calcidica è il verde che sovrasta, le cene sulla sabbia alla Taverna Apostolos, il finocchio marino, le baie che si aprono all'ultima curva.

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

È il tramonto a Porto Koufo e i piatti di Tzitzikas, l'ouzo al miele, i donut a forma di cuore, il crepuscolo rosa, le tartarughe, l'ultima birra all'Ethnik.

Non vado oltre, resto qui, con i piedi nella sabbia ancora per un po'.

La pelle sulla pietra calda, il suono della risacca, la sabbia tra le mani: la vita è questo.
È ciò che ami.

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Salonicco: indirizzi da segnare

Dove mangiare a Salonicco

Loutros (Ο Λουτρός)
Miltiadi Kointoira, 5

Dove dormire a Salonicco

Egnatia Hotel
Adigonidon, 16

Penisola Calcidica | Sithonìa

Le più belle spiagge di Sithonìa

Platanitsi Beach

Kalamitsi Beach

Orange Beach

Ark Beach

Aretes Beach

Penisola Calcidica: consigli e indirizzi da segnare

Le migliori taverne di Sithonìa

Taverna Apostolos
Tristiníka aretés (Τριστινίκα αρετές), Toroni

Taverna Tzitzikas
Porto Koufo

Porto Marina
Porto Koufo

Ethnik Beach Bar
Tristinika Beach, Toroni
* Perfetto per un aperitivo al tramonto

Noleggio auto in Bulgaria

Per raggiungere la Penisola Calcidica abbiamo raggiunto Sofia (Bulgaria) con un volo Wizz Air diretto da Bari. Lì, in aeroporto, abbiamo noleggiato un auto con Europecar Bulgaria riconsegnandola - sempre in aeroporto a Sofia - al termine del viaggio. La scelta di raggiungere la Penisola Calcidica partendo dalla Bulgaria è stata determinata da una tariffa nettamente inferiore del noleggio auto rispetto alle quotazioni greche (7 giorni di noleggio con Europecar Bulgaria circa 550 euro).


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine