Magazine Salute e Benessere

Pentola a pressione: come usarla? perché la consiglio in cucina?

Creato il 04 maggio 2020 da Loretonemi
Pentola a pressione: come usarla? perché la consiglio in cucina?

Continua il nostro viaggio dedicato alle pentole da usare in cucina per una cottura dei cibi sana e leggera.

La settimana scorsa abbiamo parlato del wok, oggi voglio parlarti della pentola a pressione.

Con la pentola a pressione si può cucinare di tutto (risotti, carne, verdure e tanto altro) riducendo il tempo di cottura delle pietanze.

Quando l'ho usata la prima volta avevo paura che scoppiasse, ma con il tempo ho capito che la pentola a pressione scoppia solo se si apre mentre la valvola è sotto pressione. Quando finisce il tempo di cottura, si fa uscire il vapore con calme, la valvola si abbassa e non succede nulla di pericoloso!

Negli ultimi anni, le chiusure della pentola a pressione si sono evolute e oggi sono assolutamente sicure.

Leggi anche: Cibo e cucina, come evitare i batteri e le contaminazioni tossiche

I 5 vantaggi della pentola a vapore

La cottura con la pentola a vapore ti offre 5 incredibili vantaggi:

  1. CONSERVAZIONE DEI PRINCIPI NUTRITIVI : con la riduzione dei tempi di preparazione e di cottura e il fatto che l'alimento non sia immerso nell'acqua ma sospeso nel vapore, i principi nutritivi degli ingredienti rimangono invariati;
  2. C'È PIÙ GUSTO: questa pentola permette di cucinare piatti molto saporiti perché mantiene inalterati gli aromi e i principi nutritivi delle pietanze.
  3. VELOCITÀ DI PREPARAZIONE: riduce drasticamente i tempi di cottura, spesso riducendoli di 2/3.
  4. CIBO PIÙ SANO: con la pentola a pressione puoi cucinare ottimi piatti con meno sale, grassi o condimenti.
  5. ALLEATA DELLA DIETA: la cottura a pressione non fa aumentare le calorie perché non richiede alcuna aggiunta di condimenti grassi.

Io la uso soprattutto per cucinare i legumi e i cereali integrali usando metà del tempo.

Ad esempio, preparo una buonissima zuppa di lenticchie con la pentola a pressione.

Lascio le lenticchie secche in ammollo in acqua fredda per tutta la notte e al mattino le scolo.

Preparo un trito di cipolla, sedano e carote e lo lascio rosolare per qualche minuto nella pentola a pressione con un cucchiaio d'olio.

Aggiungo quindi le lenticchie, mescolo e cuocio per qualche minuto senza il coperchio. Aggiungo giusto un pizzico di sale e una foglia di alloro fresco.

Verso nella pentola anche mezzo litro d'acqua, mescolo e chiudo la pentola.

Lascio continuare la cottura a fiamma viva.

Quando la valvola inizia a fischiare, abbasso la fiamma e cuocio per altri 20 minuti, quindi faccio uscire il vapore dalla valvola e apro la pentola.

Tolgo la foglia d'alloro e verso in un piatto cupo la zuppa con un filo d' olio extravergine d'oliva e qualche crostino di pane integrale.

Pentola a pressione: come usarla? perché la consiglio in cucina?

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog